Huawei è pronta a premiare i giovani geni con 2 milioni di yuan in stipendi

Huawei è pronta a premiare i giovani geni con 2 milioni di yuan in stipendi
di

Mentre Huawei continua a rimanere al centro della diatriba tecnologica tra Stati Uniti e Cina a causa delle continue pressioni dell’amministrazione Trump, in Cina ha avviato un programma che premierà con 2 milioni di yuan (circa 250.000 euro al cambio attuale) gli studenti più intelligenti delle università cinesi.

Questo provvedimento è stato lanciato direttamente dal fondatore e CEO di Huawei Ren Zhengfei, il quale ha deciso che d’ora in poi l’azienda assumerà soltanto “piccoli geni” del panorama cinese e non più cittadini statunitensi o titolari di carta verde, per evitare ulteriori misure restrittive da parte della giurisdizione statunitense.

Nello specifico, Zhengfei ha dichiarato al GlobalTimes che Huawei intende migliorare il reparto R&D (ricerca e sviluppo) rinnovando lo staff con giovani talentuosi: “Finché hai la cittadinanza statunitense, carta verde o residenza permanente negli Stati Uniti, sarai soggetto alla giurisdizione americana. La forza degli Stati Uniti come nazione non è la terra, è il talento. Cosa possiamo imparare dagli USA? Che attirano il talento. [Con questo programma] ci saranno molte più persone di talento che verranno a lavorare per Huawei in futuro”.

Zhengfei dunque offrirà ai talenti cinesi, potenziali dipendenti di Huawei, degli stipendi di primo livello normalmente riservati al settore finanziario statunitense. Un esempio recente è il giovane Zhang Ji che, grazie al suo dottorato in Informatica e soprattutto alla sua volontà di migliorare e crescere nell’azienda, ora è stato contattato da Huawei e gli è stato offerto uno stipendio pari a circa 250.000 euro all’anno. Assieme a lui, altri quattro giovani avrebbero ricevuto la stessa offerta e sarebbero stati assunti.

L’efficacia di questo investimento sarà visibile soltanto sul lungo termine, quando Huawei sarà riuscita nell’intento di ottenere la piena indipendenza tecnologica grazie al suo progetto “Nanniwan”.

FONTE: Wccftech
Quanto è interessante?
2