Huawei rallenta l'installazione del 5G in Cina a causa del ban negli USA

Huawei rallenta l'installazione del 5G in Cina a causa del ban negli USA
di

Le ultime misure prese dagli Stati Uniti nei confronti di Huawei stanno già mostrando la loro efficacia: dato che ora il colosso di Shenzhen e ogni sua azienda partner non potranno più negoziare tra loro, Huawei e ZTE dovranno cambiare la loro strategia nell’installazione di infrastrutture 5G in Cina.

La catena di produzione delle antenne e del resto dell’equipaggiamento per la rete mobile di quinta generazione in futuro potrebbe fermarsi a causa delle restrizioni imposte dall’amministrazione Trump, e ciò potrebbe avere un impatto non indifferente sul business di Huawei e ZTE nel settore delle telecomunicazioni: i due giganti cinesi della tecnologia hanno infatti già firmato oltre l’80% dei contratti per le stazioni base in Cina.

Il rallentamento nell’installazione delle infrastrutture necessarie è causato soprattutto dal design dei prodotti per il 5G, che al momento utilizzano anche componenti prodotte negli Stati Uniti. Secondo un report di Nikkei, Huawei e ZTE hanno già detto ai fornitori di bloccare alcune spedizioni tra giugno e luglio, in attesa di aggiornamenti e di un nuovo design. Altro problema esterno che si sta aggiungendo in questo periodo è la stagione dei monsoni nel sud della Cina che sta causando allagamenti nelle zone dove Huawei dovrebbe installare le stazioni base.

Sia Huawei che ZTE dunque non se la stanno passando proprio bene in questo momento, e questi nuovi ostacoli potrebbero rallentare l'intera Cina e i suoi progressi nella guerra tecnologica contro gli USA.

FONTE: Gizmochina
Quanto è interessante?
1