Huawei è sicura: HarmonyOS arriverà su 300 milioni di dispositivi nel 2021

Huawei è sicura: HarmonyOS arriverà su 300 milioni di dispositivi nel 2021
di

Il sistema operativo proprietario di casa Huawei HarmonyOS sta per arrivare: tra mille indiscrezioni per cui si tratterebbe di una copia di Android 10, la società cinese si sta preparando per il suo lancio nel corso delle prossime settimane rilasciando già qualche dettaglio sul numero di dispositivi su cui arriverà ufficialmente.

A rivelare queste informazioni è stato il Presidente del dipartimento Consumer Business Software di Huawei e Head of AI Wang Chenglu, il quale ha dichiarato innanzitutto che l’obiettivo della società è portare HarmonyOS su 300 milioni di unità di dispositivi entro fine 2021, proponendosi come sistema operativo dal linguaggio unificante per interconnessione e collaborazione tra diversi prodotti anche in ambito IoT.

Nello specifico, Chenglu ha affermato: “Le spedizioni globali di smartphone sono diminuite dal 2018 e diminuiranno di circa il 6% su base annua nel 2021. Allo stesso tempo, i consumatori utilizzano i telefoni cellulari per circa 4-5 ore al giorno. Queste sono le statistiche sull'utilizzo degli smartphone dal 2018 e indicano che il settore ha raggiunto un momento critico in cui deve essere trasformato”.

In questo contesto di cambiamento HarmonyOS si proporrebbe con nuove opportunità per lo sviluppo della prossima era: il piano di Huawei è infatti fare in modo che i dispositivi intelligenti degli utenti non siano isolati l'uno dall'altro, rendendoli tutti in grado di collaborare tra loro: "Ad esempio, puoi utilizzare uno smartwatch per determinare determinati scenari critici: dopo che l'utente si addormenta, l'orologio rileverà il sonno e farà spegnere automaticamente l'illuminazione. Inoltre, informerà il condizionatore d'aria per regolare automaticamente la temperatura per creare il miglior ambiente in cui dormire. È come avere una domestica premurosa a casa”.

Secondo le dichiarazioni di Chenglu ciò attualmente non è possibile in quanto dispositivi diversi sono dotati di sistemi operativi diversi, ergo l'interconnessione dei prodotti tech richiede un linguaggio unificato esattamente come HarmonyOS – del resto, il nome stesso “armonia” farebbe pensare a un’ambiente unito e perfettamente funzionante. Di conseguenza, l'obiettivo finale di Huawei è di garantire un utilizzo semplificato di più dispositivi contemporaneamente, esattamente come se si stesse usando un unico dispositivo.

Ciò avverrà davvero? Staremo a vedere, dato che innanzitutto sarà necessario attendere la presentazione ufficiale di HarmonyOS anche su smartphone come Huawei P40, Mate 40 e Mate X2.

FONTE: ITHome
Quanto è interessante?
2