Huawei svela HarmonyOS 2: smartphone compatibili e miriadi di novità

Huawei svela HarmonyOS 2: smartphone compatibili e miriadi di novità
di

Oggi 2 giugno 2021 tutti gli occhi del settore tech sono rivolti verso Huawei. Infatti, il noto brand ha effettuato un passo importante, rendendo ufficiale HarmonyOS 2. Il sistema operativo proprietario di Huawei punta in alto, tanto che si adatta a svariate tipologie di prodotti. Nel caso ve lo stiate chiedendo, sì: ci sono anche gli smartphone.

Più precisamente, come annunciato durante l'evento di presentazione, da oggi in Cina HarmonyOS 2 arriva su 16 dispositivi. Tra questi, troviamo le serie Huawei Mate 40 (tranne Mate 40E, che riceverà l'update più avanti), Huawei Mate 30 e Huawei P40. C'è poi il pieghevole Mate X2, così come non manca la gamma di tablet MatePad Pro. Insomma, l'azienda sta già lanciando il suo sistema operativo su un buon numero di modelli, perlomeno in Cina.

In ogni caso, la vera e propria diffusione dell'OS avverrà a partire da questo mese. Infatti, Huawei ha affermato che, oltre ai succitati dispositivi, oltre 100 tra smartphone, display smart e tablet riceveranno l'update "a partire da giugno 2021" (entro fine anno il numero di dispositivi raggiunti dovrebbe superare i 100).

Per il momento non sono state comunicate tempistiche precise per i vari Paesi, ma sono stati confermati alcuni dispositivi coinvolti. Tra questi, troviamo lo schermo intelligente Huawei Vision V65, la gamma di smartphone Huawei P30 e la serie di tablet M6. Ovviamente più avanti ci sarà l'occasione per l'azienda di fornire ulteriori informazioni.

Per il resto, chiaramente HarmonyOS 2 è in arrivo anche sui prodotti appena annunciati, dalla serie di smartwatch Huawei Watch 3 al tablet Huawei MatePad Pro. Ricordiamo che questi dispositivi arriveranno in Europa nel corso delle prossime settimane.

In ogni caso, Huawei ha puntato molto sulla realizzazione di un "ecosistema" con HarmonyOS 2. Infatti, l'azienda ha svelato diverse interazioni tra i vari prodotti. Ad esempio, c'è un nuovo pannello di controllo multi-dispositivo che permette di accedere a svariate funzionalità. Si punta molto sull'azione del trascinamento e ovviamente sulla semplicità d'uso: ad esempio, basta trascinare l'icona dello smart screen sull'icona del telefono per vedere un film su uno schermo più ampio, nonché trascinare l'icona degli auricolari su quella dello smartphone per ascoltare l'audio tramite FreeBuds 4.

Huawei ha anche un nome per tutto questo: Super Device Experience. Tra le possibilità offerte da quest'ultima, troviamo il Multi-device Task Center di HarmonyOS 2. In parole povere, le app possono funzionare su diversi dispositivi senza che siano installate singolarmente su ognuno di essi. Niente più duplicati, dunque. Tra l'altro, i modelli che fanno parte di questo "ecosistema" possono anche visualizzare e gestire le attività in esecuzione sugli altri dispositivi. Si può passare, ad esempio, da smartphone a tablet in un attimo.

Il colosso cinese ha inoltre svelato il fatto che HarmonyOS 2 migliora le operazioni di sistema del 42% rispetto alla EMUI. Tra l'altro, Huawei afferma che uno smartphone con questo sistema operativo può potenzialmente mantenere velocità di lettura e scrittura simili a quelle di un dispositivo appena acquistato anche dopo 36 mesi di utilizzo. Non importa inoltre se la quantità di spazio di archiviazione disponibile è ridotta o meno.

Tra le altre possibilità citate, l'azienda fa riferimento a ottimizzazioni in termini di attività in background e autonomia. Non manca inoltre un certo impegno lato privacy. In questo contesto, si fa riferimento al fatto che HarmonyOS 2 "eredita" un po' tutte le funzionalità classiche generalmente offerte dalla EMUI, ma sviluppandole ulteriormente. Ad esempio, nello scenario multi-dispositivo descritto in precedenza, sarà comunque garantita la sicurezza, dato che l'utente dovrà passare per tecnologie come il riconoscimento facciale.

HarmonyOS 2 dispone anche di svariate funzionalità in termini di personalizzazione, ad esempio relativamente alla possibilità di ridimensionare i widget. Ci sono poi animazioni che Huawei definisce "gravitazionali naturali" e il font HarmonyOS Sans. Non mancano inoltre svariate "semplificazioni" relative alla possibilità di interagire con altri dispositivi smart, ad esempio forni e frigoriferi, tramite Huawei HiLink. Insomma, le novità non mancano di certo.

Quanto è interessante?
4
Huawei svela HarmonyOS 2: smartphone compatibili e miriadi di novità