Hubble osserva questo ammasso stellare, ed ha notato un'ombra

Hubble osserva questo ammasso stellare, ed ha notato un'ombra
di

Nella splendida immagine in calce alla news, è visibile un ammasso stellare chiamato Nebulosa Serpens, a circa 1.300 anni luce di distanza, all'interno del quale avviene un fenomeno molto curioso: C'è un  gioco di ombre operato da una giovane stella, che permette di avere preziose informazioni sul disco protoplanetario nelle sue vicinanze.

L'immagine è stata ottenuta dal telescopio spaziale Hubble della NASA. Nel vicino infrarosso è riuscito a catturare l'ombra proiettata dalla luce della stella, denominata HBC 672. Questa stella è simile al Sole ed è circondata da una nube densa di polvere, roccia e ghiaccio: E' un disco troppo piccolo e troppo distante per essere visto, anche da un falco come Hubble. Tuttavia, la sua ombra è proiettata abbastanza lontano da essere ingrandita molte volte, permettendoci di apprezzarla.

In questa immagine di Hubble, l'ombra (chiamata per l'occasione "Bat Shadow") si estende per circa 200 volte la lunghezza del sistema solare. È visibile nella parte in alto a destra dell'immagine.

"Questa immagine è un analoga di come appariva il sistema solare quando aveva solo 1 o 2 milioni di anni", ha spiegato Klaus Pontoppidan, astronomo dello Space Telescope Science Institute (STScI) di Baltimora, nel Maryland. "Per quanto ne sappiamo, il sistema solare una volta creò un'ombra come questa".

Gli scienziati possono usare l'ombra per capire la forma del disco. Ad esempio, ora sanno che il disco è denso, il che implica che è ricco di gas. Mentre la maggior parte dell'ombra è completamente opaca, gli scienziati possono cercare le differenze di colore lungo i bordi e possono usare la forma e il colore dell'ombra per determinare la dimensione e la composizione dei granelli di polvere sospesi nel disco.

Max Mutchler, ricercatore presso lo STScI spiega: "Queste ombre non sono facilmente visibili nella luce visibile, ma i dischi stellari e le ombre proiettate sulla nebulosa circostante possono essere facilmente rilevati nella luce infrarossa. Quest'ombra nei raggi infrarossi rivela proprietà sia del disco piccolo e polveroso che della nebulosa più grande", aggiunge.

L'ombra è un esempio di ciò che il futuro James Webb Space Telescope sarà in grado di studiare in modo ancora più approfondito. "Il potere di Webb sta nella sua capacità di vedere attraverso polvere e nel gas di questi dischi per capire il materiale che comprende questi ambienti che formano i pianeti", ha spiegato la scienziata Alexandra Lockwood.

L'immagine verrà utilizzata nell'ambito del progetto Universe of Learning della NASA per illustrare come le ombre possono trasmettere informazioni sui fenomeni invisibili dalla Terra.

FONTE: nasa
Quanto è interessante?
11

Acquista il puzzle 3D della Stazione Spaziale Internazionale su Amazon.it e divertiti a costruire il modellino della ISS!