Hunga Tonga: l'emozionante spettacolo della nascita di un'isola racchiuso in un time-lapse

di
Pochi anni fa all’arcipelago delle Tonga in Polinesia si è aggiunta un'isola in più. Si tratta di Hunga Tonga-Hunga Ha'apai, nata nel gennaio 2015 da un'eruzione vulcanica e destinata a durare pochi mesi. Le cose poi però sono andate diversamente e il fenomeno è stato oggetto di uno studio della Nasa.

Tutto è iniziato quando verso la fine di dicembre 2014, un vulcano sottomarino nel Regno del Sud Pacifico di Tonga è eruttato, facendo fuoriuscire dal cratere un violento flusso di vapore, accompagnato da cenere e pezzi di roccia che si sono diffusi nell'aria e che hanno ostruito la traiettoria degli aerei, causando deviazioni alle loro tratte. Nel gennaio 2015, quando la quantità di cenere diffusasi nell'aria si è stabilizzata, un'isola appena nata con una vetta di 120 metri si è disvelata tra altre due isole.

La nuova arrivata, ufficialmente nota come Hunga Tonga-Hunga Ha'apai dal nome del vulcano sottomarino sopra il quale si trova, sembrava dovesse resistere per pochi mesi ed invece, secondo un nuovo studio della Nasa, potrebbe rimanere visibile per un periodo di tempo compreso tra 6 e 30 anni. Alla nuova isola va il merito di prima terra di origine vulcanica generata nell’epoca dei satelliti, permettendo agli scienziati di seguire passo per passo la formazione dell’isola e la sua evoluzione. Giorno dopo giorno il mare si è ritirato e i depositi vulcanici si sono depositati, lasciando prima una spiaggia, poi un sottile strato di terra. I cambiamenti più radicali si sono verificati nei primi sei mesi di vita dell’isola dove la sua forma è cambiata radicalmente per poi assestarsi.

La Nasa ora ha pubblicato un incredibile time-lapse che rivela come la forma di Hunga Tonga-Hunga Ha’apai è cambiata da quando è emersa per la prima volta, utilizzando 33 mesi di immagini satellitari ad alta risoluzione.