I fratelli Winklevoss vogliono regolamentare il trading delle criptovalute

di

Nuovo progetto per i gemelli Cameron e Tyler Winklevoss, divenuti famosi per la causa intentata a Mark Zuckerberg di Facebook per presunto furto di proprietà intellettuale. I due, che gestiscono la piattaforma di scambio per le criptovalute Gemini, hanno annunciato di voler regolamentare in trading delle monete virtuali.

Nella fattispecie, Cameron e Tyler hanno presentato una proposta per creare la Virtual Commodity Association, un'organizzazione autoregolatrice destinata a presidiare i mercati e le piattaforme che si occupano di criptovalute.

Il gruppo, che non ha alcuno scopo di lucro, mira a sviluppare degli standard per il settore, oltre che promuovere la trasparenza e la collaborazione con le autorità di regolamentazione, compresa la U.S. Commodity Futures Trading Commission, oltre che prevenire frodi.

In una dichiarazione diffusa, i Winklevoss ritengono che in futuro l'impatto delle monete virtuali sulla collettività sarà profondo, ecco perchè "individui ed istituzioni devono sentirsi sicuri e protetti durante le transazioni. Riteniamo che un quadro in grado di fornire un programma di regolamentazione di materie prime virtuali per il settore delle criptovalute sia il prossimo passo logico nella maturazione di questo mercato".

Le autorità di regolamentazione, compresa la CFTC e la Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti, fanno molto affidamento su organizzazioni autoregolamentate, che permetteranno loro di monitorare il trading e fare luce sui punti oscuri. La Financial Industry Regulatory Authority, che è finanziata dal settore, è uno dei principali regolatori per le intermediazioni di Wall Street.

Attualmente, nessun regolatore federale ha autorità diretta sui gruppi di scambi che effettuano compravendita di criptovalute nel mercato. C'è invece un patchwork di leggi statali che servono come quadro legale che sono al centro di non poche polemiche da parte dei critici.

FONTE: TNW
Quanto è interessante?
3