I pacemaker possono essere hackerati con un malware. La scoperta

I pacemaker possono essere hackerati con un malware. La scoperta
di

Si profila un nuovo allarme sicurezza a livello mondiale. Nel corso di una conferenza sulla sicurezza tenuta a Las Vegas, un gruppo di ricercatori ha dimostrato che è possibile hackerare un pacemaker e manipolarlo, per uccidere chi lo indossa.

In una sessione live, Jonathon Butts di QED Secure Solutions e Billy Kim Rios di Whitesocpe.io, hanno mostrato quanto sia facile interferire con i dispositivi medici impiantanti spegnendo a distanza una pompa di insulina, prima di assumere il controllo di un pacemaker.

I due hanno mostrato dei modi attraverso cui sarebbero in grado di generare delle scosse elettriche potenzialmente mortali, oltre a trattenere del tutto gli shock periodici cruciali, il che potrebbe avere conseguenze fatali per i pazienti.

Il tutto è stato possibile in quanto il produttore di questo particolare pacemaker, Medtronic, fornisce degli aggiornamenti ai propri dispositivi utilizzando una rete non crittografata che può essere hackerata usando una VPN. Finora, la società si è rifiutata categoricamente di risolvere questo problema di sicurezza, nonostante le pressioni dei due, i quali hanno sottolineato di aver informato la compagnia della falla "570 giorni fa".

E' chiaro che si tratta di una falla gravissima, che potrebbe avere ripercussioni potenzialmente mortali sugi pazienti che montano i pacemaker, ecco perchè un aggiornamento sarebbe quanto mai necessario.

FONTE: TechRadar
Quanto è interessante?
4