I ricercatori del MIT hanno sviluppato un inchiostro che risponde agli stimoli

di
I ricercatori del MIT hanno sviluppato un nuovo inchiostro per la pelle in 3D che è in grado di rilevare e rispondere agli stimoli degli utenti.

L'idrogel in questione include dei batteri che possono essere programmati per colorarsi quando entrano in contatto con alcuni prodotti chimici e, pertanto, possono essere utilizzati come dei veri e propri sensori viventi.

Per dimostrare le potenzialità di questo inchiostro, i ricercatori hanno stampato un modello ad albero con diversi rami che contengono a loro volta batteri sensibili a diversi tipi di sostanze chimiche. Il suddetto modello è stato poi poggiato sul palmo di una mano su cui in precedenza erano state spalmate diverse sostanze. Il risultato è quello che trovate in calce, in cui il modello ha mostrato diversi colori, a seconda della reazione.

Una delle possibili applicazioni potrebbe essere rappresentata da dei sensori in grado di monitorare i biomarcatori infammatori o versioni ingeribili che possono influenzare la flora intestinale. I materiali in questione, a loro volta, potrebbero anche essere utilizzati per rilevare sostanze inquinanti nell'ambiente o per la temperatura. La ricerca è stata pubblicata da Advanced Materials: in calce potete trovare un video completo che mostra tutti i dettagli del progetto, che ovviamente è ancora nelle fasi embrionali.

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
4
I ricercatori del MIT hanno sviluppato un inchiostro che risponde agli stimoli