L'IA di DeepMind può riconoscere l'insufficienza renale con 48 ore di anticipo

L'IA di DeepMind può riconoscere l'insufficienza renale con 48 ore di anticipo
di

L'insufficienza renale acuta uccide ogni anno 500.000 persone negli Stati Uniti e 100.000 nel Regno Unito, spesso perchè non viene diagnosticata tempestivamente. I ricercatori però intendono rivolgersi all'intelligenza artificiale per cambiare la situazione, ed in loro soccorso è arrivata la piattaforma di DeepMind di Google.

La società controllata da Alphabet infatti ha collaborato con il Dipartimento degli Affari dei Veterani degli Stati Uniti per sviluppare un algoritmo di previsione per l'insufficienza renale acuta. In un articolo pubblicato su Nature, le parti parlano delle loro scoperte, ed affermano che l'algoritmo può prevedere la patologia fino a 48 ore prima della comparsa dei sintomi, che potrebbero essere mortali.

Il modello utilizzato ha identificato correttamente la condizione in 9 pazienti su 10, le cui condizioni sarebbero peggiorate al punto da necessitare di dialisi.

DeepMind si è avvalso anche di un assistente mobile per medici, noto come Streams e valutato dai ricercatori dell'University College di Londra. I risultati hanno anche mostrato che, tramite l'app, gli specialisti hanno esaminato i casi urgenti in 15 minuti, anzichè diverse ore. E solo il 3,3% dei casi di insufficienza renale acuta è stato perso, rispetto al 12,4% registrato senza l'applicazione. L'utilizzo dell'IA ha anche portato ad ingenti risparmi sui costi dell'assistenza sanitaria. In combinazione con il nuovo algoritmo, Streams potrebbe offrire una rilevazione migliorata.

L'obiettivo di Alphabet è mettere a disposizione degli ospedali questi sistemi, per far progredire la medicina. DeepMind intende anche esaminare altre malattie che portano a milioni di morti.

Tra le altre IA sviluppate da Google, ne figura una che ha battuto i pro player di AlphaStar ed un'altra in grado di immaginare.

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
2