L'IA prevede tutte le strutture delle proteine ​​conosciute dalla scienza

L'IA prevede tutte le strutture delle proteine ​​conosciute dalla scienza
di

John Kendrew è stata la prima persona che nel 1957, dopo decenni di studi, riuscì a determinare la struttura 3D di una proteina, guadagnando pure un Nobel. Oggi, dopo 65 anni, l'intelligenza artificiale ha appena previsto le strutture di 200 milioni di proteine.

"Praticamente copre l'intero universo delle proteine", ha dichiarato al The Guardian Demis Hassabis, fondatore e CEO dell'IA DeepMind. "Include strutture predittive per piante, batteri, animali e molti altri organismi, aprendo enormi nuove opportunità per questioni importanti, come la sostenibilità, l'insicurezza alimentare e le malattie."

Gli attuali metodi sperimentali hanno determinato solo 190.000 strutture proteiche. Nonostante al giorno d'oggi sia facile sequenziare il DNA di qualcosa, e quindi anche le proteine, la cosa difficile è ricreare la struttura 3D di una proteina, elemento importantissimo che determina la funzione effettiva della stessa.

Creare la sua forma è qualcosa che con "carta e penna" richiederebbe mesi di studio, ed è qui che entra in gioco l'IA (che recentemente ha previsto anche una nuova fisica). AlphaFold è un programma in grado di prevedere rapidamente queste informazioni utilizzando un algoritmo.

L'anno scorso, pensate, il software ha pubblicato le sue previsioni per le strutture di quasi tutte le 20.000 proteine ​​umane. Quel database "è diventato uno strumento essenziale per la ricerca biofarmaceutica quasi dall'oggi al domani", ha affermato Rosana Kapeller, Presidente e CEO della società biotecnologica ROME Therapeutics.

Con l'ultima impresa, AlphaFold ha previsto la struttura di quasi tutte le proteine ​​conosciute dalla scienza. Certo, c'è ancora del lavoro da fare per quanto riguarda l'analisi delle scoperte, ma si tratta di un risultato eccellente. Le strutture nel database si sono finora rivelate piuttosto accurate, ma sono solo previsioni e si basano solo su strutture già determinate e occorre, quindi, una revisione umana.

FONTE: iflscience
Quanto è interessante?
2