IDF 15: Intel rivela gli SSD Optane con memoria 3D XPoint

di

Intel e Micron annunciarono il mese scorso di star collaborando per progettare una nuova tipologia di memoria, il cui nome in codice era 3D XPoint. Oggi, invece, proprio Intel ha rivelato una serie di SSD che l'azienda ha chiamato Octane, i quali faranno uso dalla suddetta tecnologia. La rivelazione è stata fatta all'IDF 2015 che si sta tenendo in queste ore in quel di San Francisco.

Le specifiche tecniche sono davvero impressionanti e dovrebbero fondare prodotti più veloci e performanti degli SSD a cui siamo abituati oggi. Il formato del primo SSD Optane mostrato oggi è stato un modulo con interfaccia PCI-E, come lo è l'Intel P7300 - che oggi offre di fatto la più elevata velocità sul mercato. 
Un SSD Optane ha 10 volte la densità di un comune Solid State Drive e raggiunge una velocità circa 7 volte superiore quando deve leggere/scrivere un dato sequenziale. Inoltre, la società americana ha addirittura fatto sapere che le performance generali saranno mille volte più elevate, così come la durata - per un ciclo di vita virtualmente infinito. Queste due affermazioni sono ovviamente da prendere con la dovuta cautela, perché non è perfettamente chiaro a cosa Intel si riferisca.
Il fatto particolare è che queste unità di storage arriveranno persino nel formato DIMM (quello delle attuali memorie RAM) e saranno quindi anche impiegabili in dispositivi portatili, come gli ultrabook. 

Per approfondire, la memoria 3D XPoint (si pronuncia 3D Cross Point) è un tipo di memoria non volatile fatta ad array. In pratica dei connettori sono disposti perpendicolarmente ed ad essi sono attaccate le varie celle di memoria (si veda l'immagine a fondo news). Ovviamente la struttura è 3D, quindi ci saranno vari livelli tutti fatti allo stesso modo. E' questo il motivo per cui gli SSD Optane avranno una densità così alta. La questione rivoluzionaria è che le varie celle di memoria verranno accedute semplicemente variando la tensione data ai vari selettori della cella stessa (usando le proprietà del materiale di cui son fatti), e questo farà risparmiare un sacco di soldi ed accrescere il tempo di vita della memoria.

Insomma, la memoria 3D XPoint e la serie Optane, se al prezzo giusto, potrebbero seriamente far dimenticare gli SSD a cui siamo abituati oggi. 

FONTE: AnandTech
Quanto è interessante?
0
IDF 15: Intel rivela gli SSD Optane con memoria 3D XPoint