Il 5G potrebbe dare agli smartphone un mese di autonomia

di

Tra le maggiori critiche mosse agli smartphone, anche top di gamma, presenti sul mercato c'è quella che riguarda la durata ed autonomia della batteria. Nella maggior parte dei casi, infatti, gli utenti sono costretti a ricaricarlo almeno una volta al giorno ma sorprendentemente in soccorso dei produttori potrebbe arrivare il 5G.

L'amministratore delegato di Verizon, infatti, nel corso di una conferenza incentrata sulla nuova tecnologia tenuta di recente ha chiarito che le reti 5G porteranno in termini di valore non solo velocità più elevate di download, ma anche bassa latenza e capacità di gestire connessioni tower molto più intasate.

Lowell McAdam ha identificato la stessa "latenza drasticamente inferiore" come la principale ragione per il drastico calo della durata delle batterie, ecco perchè è convinto che il 5G garantirà autonomia di dieci anni per i dispositivi che rientrano nel mercato dell'Internet of Things, mentre gli smartphone dovranno essere ricaricati una volta ogni quattro settimane.

Lo streaming continuo di bit e byte senza interruzioni ci porterebbe ad un'era, secondo il CEO, in cui tutta la potenza di calcolo che è presente nelle nostre tasche, potrebbe diventare meno necessaria. Questo, a sua volta, potrebbe introdurre dispositivi molto semplici e più sottili, allo stesso tempo con batterie più grandi con autonomia più lunga con una singola carica. Una vera e propria rivoluzione.

FONTE: PA
Quanto è interessante?
10