Il Bitcoin continua a perdere terreno: scende a 7.000 Dollari

di
Continua il periodo nero del Bitcoin. La criptovaluta più importante al mondo, infatti, dopo essere scesa ad 8.000 Dollari a ridosso del weekend, nella giornata di oggi ha registrato un altro importante calo del valore.

Nel momento in cui vi stiamo scrivendo, la moneta virtuale viene scambiata sulle principali piattaforme a 7.721,88 Dollari, l'11,61 per cento in meno rispetto alla quotazione di chiusura del giorno precedente. Si tratta del valore più basso registrato dal mese di Novembre, poco prima del boom che aveva portato il Bitcoin a raggiungere un valore di 20.000 Dollari, poco prima di Natale, per poi attestarsi su valori che secondo molti sarebbero molto più reali rispetto a quelli astronomici.

In generale, siamo qui a raccontarvi un altro lunedì molto negativo per il mercato delle criptovalute, che ha raggiunto una capitalizzazione di 364,527 miliardi di Dollari. Ethereum, la seconda più importante, viene scambiata a 779,27 Dollari, in perdita del 16,63 per cento rispetto a ventiquattro ore fa. Ripple, invece, è a quota 0,767325 Dollari, in calo del 12,63 per cento.

Nel momento in cui vi stiamo scrivendo, la capitalizzazione del mercato Bitcoin è di 130,961 miliardi di Dollari.

Sul calo del Bitcoin probabilmente hanno pesato le recenti regolamentazioni approvate in Corea del Sud ed India, che si stanno muovendo per limitare lo scambio di criptovalute per evitare usi illeciti. Anche l'Europa si sta interrogando su una possibile regolamentazione del Bitcoin, ma a riguardo ancora non sono arrivate indicazioni precise.

Quanto è interessante?
2
Il Bitcoin continua a perdere terreno: scende a 7.000 Dollari