Il CEO di BlackBerry contro i leak:"Puniremo chi svelerà i nostri prodotti"

di

Il mondo tech è invaso dai "leak", ossia immagini, informazioni o video di prodotti ancora non ufficializzati dalle compagnie del settore. Negli ultimi anni, soprattutto dopo lo spostamento massiccio delle catene di produzione in Asia, abbiamo assistito alla pubblicazione anticipata (anche di molti mesi, vedi iPhone 5) di contenuti online che riguardavano prodotti tecnologici anche fondamentali per il futuro delle compagnie stesse. Fatto sta che il CEO di BlackBerry, John Chen, ha pubblicato un intervento sul blog ufficiale dell'azienda canadese in cui minaccia di intraprendere azioni legali contro coloro che lasciano trapelare informazioni sui nuovi prodotti. In particolare, sembra che Chen ce l'abbia con qualcuno che fingeva di lavorare per uno dei carrier partner dell'ex Rim e che nelle scorse settimane è venuto a conoscenza di alcuni dettagli su nuovi prodotti.

"Riconosco che in alcuni casi i leak siano conseguenza del genuino interesse dei fan BlackBerry per i nostri prodotti. Molte persone vogliono sapere cosa abbiamo in serbo per il futuro. Quando però la curiosità si trasforma in illegalità allora dobbiamo intervenire". Non è la prima volta che un dirigente di questo calibro minaccia gli autori dei leak. Prima del lancio dell'Xperia Z1, Sony decise di apporre dei simboli "No Leakage" in tutti i suoi uffici. Inoltre i dipendenti furono avvertiti sul fatto che dovevano attenersi a determinate procedure mentre maneggiavano i prototipi (utilizzo di case specifici per nascondere l'estetica del prodotto o il blocco per l'installazione di alcune app per evitare di trasmettere dati fondamentali online). Nonostante ciò, sia l'Xperia Z1 che l'Xperia Z2 sono stati ampiamente svelati prima del loro lancio. Ultimamente è stata HTC ad intraprendere un'azione legale nei confronti di un ragazzo che pubblico la recensione dell'HTC One M8 alcune settimane prima del suo lancio (avvenuto ieri). 

FONTE: PA
Quanto è interessante?
0