Il CERN a caccia della materia oscura, nuovo esperimento

Il CERN a caccia della materia oscura, nuovo esperimento
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Sebbene la sua esistenza non sia ancora stata scientificamente dimostrata, la materia oscura è argomento di grande interesse per fisici e astrofisici di tutto il mondo. Il CERN sta preparando un nuovo esperimento per ricercare alcune particelle teoricamente legate ad essa.

Secondo gli scienziati, appena il 5% dell'universo è formato da materia ordinaria. Questa include tutte le polveri, i gas, stelle e pianeti. Di contro, il 27% sarebbe composto appunto da materia oscura, che può essere identificata solo attraverso la sua attrazione gravitazionale e non emetterebbe radiazioni elettromagnetiche. Si ritiene che l'energia oscura vada a comporre infine il restante 68% dell'universo.

Il CERN sta adesso cercando delle particelle che si creerebbero dalla collisione tra protoni ad alta energia a velocità prossime a quelle della luce. I primi test erano stati effettuati già nel 2010 utilizzando l'acceleratore LHC. Sfortunatamente i sensori del dispositivo non erano sufficientemente sensibili per analizzare le nuove particelle. Il CERN ha quindi sviluppato il FASER, uno nuovo strumento dotato di una straordinaria precisione e che dovrebbe risolvere il problema.

Questa la dichiarazione dell'Organizzazione Europea per la Ricerca Nucleare:

"I protoni presenti nei raggi di particelle verranno piegati dai magneti intorno all'LHC. Tuttavia le nuove, leggerissime particelle a bassa interazione proseguiranno la propria strada tracciando una linea retta, e i loro "materiali di decadimento" potranno essere identificati dal FASER."

L'obiettivo è trovare particelle teorizzate quali i neutralini e i fotoni oscuri. Stando alle previsioni, gli esperimenti dovrebbero iniziare fra il 2021 e il 2023.

FONTE: Phys.org
Quanto è interessante?
7
Il CERN a caccia della materia oscura, nuovo esperimento