Il DigiTimes: i pannelli OLED presenti sul 30% degli smartphone nel 2018

di
Il tasso di penetrazione dei pannelli OLED nel mercato degli smartphone è destinato ad aumentare ulteriormente anche nel corso del prossimo anno, a conferma del fatto che ormai sta diventando la tecnologia dominante nel settore dei display.

Secondo una nuova ricerca condotta dal DigiTimes, infatti, nel 2018 "il tasso di penetrazione potrebbe salire ulteriormente, attestandosi al 30%, qualora il problema di burn-in associato ai pannelli dovesse essere risolto da parte dei produttori".

La fornitura di pannelli OLED rimarrà vincolata nella prima metà del 2018, con Samsung Display che resterà l'unico fornitore in grado di produrre abbastanza unità da soddisfare la domanda, mentre rivali come LG Display, Japan Display (JDI) e Sharp inizieranno la produzione in volumi solo nella seconda metà del 2018.

Tra le principali società che stanno puntando su questa tecnologia figura ovviamente Apple, che l'ha introdotto con il nuovo iPhone X, più volte lodato per la precisione dei colori e per la grossa resa visiva garantita dal pannello frontale. Alla lista potrebbe aggiungersi prossimamente anche Samsung, con il nuovo Galaxy S9 e Galaxy S9 Plus, che a giudicare dalle ultime indiscrezioni, la società coreana potrebbe presentare già in occasione del CES di Las Vegas in programma all'inizio dell'anno in quel di Las Vegas.