Il FMI: "blockchain potrebbe portare grandi vantaggi, Bitcoin rischioso"

di

Ancora una volta, una delle principali istituzioni monetarie a livello internazionale, torna a parlare di criptovalute e blockchain. questa volta è toccato al Fondo Monetario Internazionale, che pur non commentando singolarmente le singole criptovalute, ha fornito un'apertura interessante sul fenomeno del momento.

Le dichiarazioni arrivano per bocca di Maurice Obstfeld, uno dei consiglieri economici nonchè direttore del dipartimento di ricerca del FMI, che parlando a Davos, in Svizzera, al World Economic Outlook, ha affermato che la blockchain rappresenta uno sviluppo "interessante. Vediamo possibili vantaggi nella blockchain in termini di efficienza dei sistemi di pagamento e nell’inclusione. Vediamo anche che le criptovalute potrebbero portare a dei rischi. E’ importante per i regolatori monitorare attentamente la situazione per fare in modo che i rischi non si materializzino”.

Non sappiamo quali ripercussioni avranno queste dichiarazioni sul mercato delle criptovalute, che ha raggiunto una capitalizzazione complessiva di 493 miliardi di Dollari, in calo nelle ultime ventiquattro ore.

La settimana, però, si è aperta all'insegna della vendita. Nel momento in cui vi stiamo scrivendo, tuttavia, tutte le criptovalute registrano perdite. Il Bitcoin viene scambiato a 10.246 Dollari, in calo dell'11 per cento rispetto ad ieri, Ethereum perde l'11,28 percento e viene venduto a 933,86 Dollari, mentre Ripple lascia sul mercato l'8,35 per cento e viene venduto ad 1,23 Dollari.

Quanto è interessante?
2