Il lanciafiamme di Musk potrebbe subire un cambio di nome per evitare noie con la dogana

di
Elon Musk ha fatto una scoperta inaspettata: pare che molte agenzie delle dogane si rifiutino categoricamente di importare oggetti venduti come lanciafiamme. Assurdo, chi avrebbe mai pensato che fosse così complicato smerciare un oggetto tecnicamente catalogato come arma da guerra? The Boring Company potrebbe salvarsi in corner cambiandogli il nome.

Lo aveva promesso: se la Boring Company avesse venduto 50.000 cappelli da baseball brandizzati il prossimo giocattolino in vendita sarebbe stato un lanciafiamme. Evidentemente se si parla di gadget sputafuoco Elon Musk è un uomo di parola, per le tempistiche delle sue Tesla, al contrario è tutta un'altra storia.

A circa 100 ore dalla release sono stati venduti tutte e ventimila le unità, una cosa che avrebbe portato nelle casse della Boring Company una cosetta come 10.000.000 di dollari lordi. Insomma, se fosse servita un'ulteriore prova di quanto Musk sia un genio del marketing e di quanto forte sia l'hype per tutto quello che ruota attorno ai suoi progetti, ora ce l'abbiamo.

Ma c'è un problema, un piccolo dettaglio che deve essere sfuggito a quel gran calcolatore di Musk: sembrerebbe che le agenzie delle dogane si facciano qualche problema a commerciare un oggetto venduto come un'arma da guerra. Voi lo avreste mai detto? Noi no, eppure è così.

Sia chiaro, in realtà non è proprio-proprio così. A poche ore dall'annuncio dalla California era partito più di qualche segnale di malumore sulla possibilità di commercializzare un oggetto così pericoloso nello Stato. Possibilità che sarebbe potuta essere scongiurata solo con una legge speciale: per quanto nella maggior parte degli USA sia perfettamente legale vendere e farsi spedire un lanciafiamme via internet –cosa diversa per il combustibile, a quanto pare– in California esistono delle leggi meno permissive che, tuttavia, considerano lanciafiamme soltanto gli oggetti in grado di generare una fiamma di lunghezza superiore ai tre metri. Il lanciafiamme della Boring Company, come specificato fin da subito dalla stessa azienda, non lo fa.

Per questo è verosimile che l'eccentrico gadget possa salvarsi per il rotto della cuffia in numerosi altri Paesi dove, però, sussisterebbe un problema esclusivamente legato al nome con cui è stato commercializzato l'oggetto. Per questo Musk ha dichiarato su Twitter che potrebbe essere necessario un semplice cambio di nome: "lanciafiamme non va bene? Ok, lo chiameremo non-lanciafiamme", ha detto scherzosamente il fondatore di Tesla. Altra opzione? "Temperature Enhancement Device".

A Musk la fantasia non manca di certo, chi sa se le dogane condivideranno il suo senso dell'umorismo.

Nel frattempo, se proprio non ce l'avete fatta ad accaparrarvi uno dei lanciafiamme –anzi, pardon, non-lanciafiamme– della Boring Company sappiate che è possibile acquistarne qualcuno su Ebay alla modica cifra di 2.500$. Se doveste essere accusati per tentato traffico di armi da guerra, Everyeye non si ritiene responsabile.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
4