Il nuovo servizio di musica in streaming di Apple potrebbe avere anche delle opzioni gratuite

di

Apple ha attirato, nelle ultime settimane, l'attenzione del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti, a causa dei negoziati con le case discografiche, prima del lancio del suo servizio di streaming musicale.

Apple ha infatti chiesto di fare pressione sullo streamer rivale Spotify, per indurlo a smettere di offrire il proprio servizio anche gratuitamente. Le etichette sono sembrate ben contente di aiutare l’azienda di Cupertino nella sua nuova missione. Ma questo non è piaciuto al Dipartimento di Giustizia. Secondo alcune speculazioni Apple dovrebbe far pagare 8 dollari al mese per il suo servizio di streaming, che comprenderà addirittura anche alcuni brani e artisti in esclusiva. Stranamente ci saranno anche alcune opzioni disponibili per gli utenti, che daranno loro l'accesso gratuito al servizio di streaming musicale della Mela. Ci sembra poco plausibile una cosa del genere: combattere una battaglia contro la gratuità di Spotify, per poi utilizzare la stessa politica di vendita? La compagnia, secondo i rumors, potrebbe offrire agli abbonati al suo servizio, una prova gratuita di uno o tre mesi. Le trattative con le etichette determineranno il numero di mesi di streaming gratuito che Apple offrirà.  L’azienda avrebbe dovuto svelare il suo nuovo servizio il prossimo mese al WWDC, con il rilascio di iOS 8.4. Tuttavia, i negoziati non si stanno muovendo velocemente come Apple avrebbe sperato, il che significa che potrebbe non avere abbastanza contenuti per lanciare il servizio di streaming il prossimo mese, come previsto.

FONTE: MACrumors
Quanto è interessante?
0