Il nuovo spot di Gillette diventa un caso: sommerso di non mi piace su YouTube

INFORMAZIONI SCHEDA
di

Nelle ultime ore si sta facendo un gran parlare dell'ultimo spot di Gillette, "We Believe: The Best Men Can Be", che è stato pubblicato sul profilo ufficiale YouTube qualche giorno fa, e che non ha registrato il riscontro sperato.

Le prime avvisaglie si erano avute già dalle reazioni della community di YouTube: nel momento in cui stiamo scrivendo, a fronte di oltre 10 milioni di visualizzazioni, lo spot ha ricevuto 213 mila like e 571 mila dislike, ma critiche stanno piovendo anche su Twitter, al punto che il caso sta facendo il giro del mondo.

Il video, attraverso cui Gillette mira a sponsorizzare la propria gamma di prodotti dedicati alla rasatura degli uomini, è stato criticato da molti in quanto sarebbe pieno di stereotipi che "attaccano la mascolinità" raffigurando atteggiamenti violenti in cui non si identificherebbero molti.

A far discutere sono anche i primi secondi dello spot, in cui si vedono degli uomini di fronte alla televisione mentre ascoltano delle notizie correlate al movimento #MeToo. La parte più criticata è quella successiva, in cui i maschi vengono ritratti in atteggiamenti che secondo molti sarebbero offensivi.

L'eco sul web è aumentato a macchia d'olio ed anche molte celebrità e politici hanno chiesto il boicottaggio dello spot: la destra americana ad esempio sostiene che la pubblicità stia "demascolinizzando gli uomini". Quello che doveva essere uno spot contro la violenza delle donne, è diventato un caso mondiale sul web. Da Gillette al momento non sono arrivate reazioni però.

Quanto è interessante?
5