Il parental control di Apple è un disastro, ed è un problema

Il parental control di Apple è un disastro, ed è un problema
INFORMAZIONI SCHEDA
di

C'è un problema: il parental control di Apple è assolutamente incapace di distinguere i contenuti veramente nocivi da quelli innocui. Così i bambini che navigano in teoria "protetti" da Apple, si trovano bloccati contenuti di educazione sessuale, ma non risultati di ricerca come "Come posso arruolarmi nell'ISIS" o tutorial per fare bombe.

"Safe sex", il numero verde a protezione delle vittime di violenza, i video di educazione sessuale..., tutti contenuti che vengono bloccati attivando il parental control in quello che sembra essere un regime di prevenzione anche troppo rigoroso, e quindi sciocco. In altre parole il software bloccherebbe automaticamente tutti i risultati di ricerca, o i siti, con la parola "sex", senza preoccuparsi di contestualizzare la natura dei contenuti.

Ma quando poi si cercano siti che effettivamente dovrebbero essere bloccati, la storia cambia: tutorial per fare bombe, veleno, recruitment dell'ISIS e altri gruppi terroristici, tutto tranquillamente disponibile. Insomma, il sistema sarebbe acerbo, per usare un eufemismo. A lanciare la denuncia è il sito di educazione sessuale O.school, con magazine come Motherboard e The Verge che hanno approfondito il problema.

La nuova feature è attivabile dalla schermata disponibile a partire da iOS 12 che permette di monitorare il tempo passato davanti allo schermo dell'iPhone, distinguendo tra le diverse tipologie di app di cui si è fatto uso.

Anche tornando ai contenuti per adulti non è che tutto funzioni bene: numerosi termini specifici non sono censurati, così diverse sezioni "particolari" di Reddit rimarrebbero ancora perfettamente visibili.

Apple, ricorda The Verge, permette comunque di impostare il filtro in modo manuale, creando una lista di siti che si intende mettere in black list. Al momento sembra un'opzione preferibile ad un filtro che ha la precisione e la perizia di un macellaio.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
4