Il Parlamento Europeo chiamato a votare sulla riforma del copyright. Oggi il voto finale

Il Parlamento Europeo chiamato a votare sulla riforma del copyright. Oggi il voto finale
di

La protesta di Wikipedia contro il Parlamento Europeo non è casuale, e ricade proprio a ridosso della votazione finale sulla riforma del copyright prevista per oggi. Si tratta di una delle decisioni più importanti degli ultimi tempi, che potrebbe avere delle ripercussioni pesanti su internet.

La proposta prevede che le piattaforme come YouTube siano rese responsabili per le violazioni del copyright degli utenti. Qualora gli Eurodeputati dovessero votare favorevolmente, il che non è scontato vista la frammentazione creata anche a seguito delle proteste di editori e società che operano sul web, i gestori dei siti sarebbero costretti ad effettuare una sorta di prescansione per tutti i contenuti che vengono caricati dagli utenti e bloccare quelli che violano le regole relative al copyright.

YouTube già da tempo utilizza il Content ID per identificare e bloccare i contenuti protetti dal diritto d'autore, ma se i copyright dovessero finire nelle mani degli editori stessi, la censura potrebbe diventare molto più severa e stringente.

La normativa vigente nel momento in cui vi stiamo scrivendo infatti prevede la responsabilità del monitoraggio dei contenuti da parte degli stessi proprietari dei diritti, i quali sono tenuti a segnalare le eventuali violazioni.

Aspetto molto discusso della proposta di legge è quella relativa alla pubblicazione anche di frammenti o titoli di articoli, che compaiono sotto i risultati di ricerca, negli aggregatori come Google News o su social network come Facebook. In caso di esito positivo, verrebbe applicata la stessa norma del copyright anche in questi casi.

Molte associazioni si sono duramente scagliate contro quest'ultima parte, che secondo molti potrebbe limitare la libertà di discussione visto che sempre più spesso le persone condividono articoli sui social network.

Contro la normativa si è anche duramente scagliato il creatore del web, Tim Berners-Lee, secondo cui l'eventuale approvazione della riforma andrebbe contro i principi di internet.

FONTE: Fudzilla
Quanto è interessante?
7

Il caffè di Starbucks a casa tua con le pratiche capsule in vendita su Amazon.it, compatibili con le macchine espresso delle principali marche.