Il più grande ISP venezuelano ha bloccato l'accesso anche a Tor

di

Il governo venezuelano si è reso protagonista ultimamente di alcuni ban, che impediscono ai cittadini ed a tutte le persone che vivono nel paese di accedere in tranquillità ai quotidiani locali come El Nacional, oltre a quelli internazionali come la versione spagnola di CNN.

Il provvedimento risulta però facilmente aggirabile grazie ad alcuni escamotage: basta cambiare il proprio DNS per poter visitare le pagine web dei giornali coinvolti dalla restrizione, oppure una soluzione ancora più facile può essere quella di ricorrere a programmi come Tor e VPN. Questi trucchetti potrebbero però avere vita breve: stando a quanto riportato da Access Now, un'organizzazione no-profit che si batte per la tutela dei diritti umani, il più grande IPS venezuelano (che è di proprietà del governo) ha bloccato definitivamente l'accesso a Tor.

Il giornalista Melanio Escobar ha raccontato ad Access Now che il blocco (come quello in Algeria) sembra essere totale: non disabiliterebbe solo Tor, ma anche l'accesso a tutti i canali esterni indiretti che offre il programma, canali che potrebbero tranquillamente aggirare il ban. Il provvedimento usato dal governo sembra quindi creato ad hoc, e molto sofisticato.

Javier Pallero, il Latin America Policy Lead di Access Now, commenta così la vicenda: "Limitare l'accesso alle piattaforme di informazione, ed ai mezzi necessari per accedere a queste piattaforme, sono una chiara violazione dei diritti umani".

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
2
Il più grande ISP venezuelano ha bloccato l'accesso anche a Tor