Il Prime Day di Amazon spinge l'occupazione in Italia: 10 mila posti nelle PMI

Il Prime Day di Amazon spinge l'occupazione in Italia: 10 mila posti nelle PMI
di

E' ufficialmente cominciato il Prime Day 2018, le trentasei ore di promozioni proposte dal gigante di Seattle su oltre un milione di prodotti. A quanto pare però questa giornata di offerte ha avuto delle ripercussioni anche in termini di occupazione in Italia.

Come riferito dall'ANSA, infatti, il Prime Day ha spinto la crescita ed occupazione nelle piccole e medie imprese italiane, che si stanno affidando alla piattaforma di Jeff Bezos per promuovere i propri prodotti.

Secondo quanto affermato Amazon, "durante il Prime Day 2017, le migliaia di Pmi hanno generato vendite per oltre 40.000 euro ciascuna, che hanno permesso di far crescere le loro attività, creare nuovi posti di lavoro - oltre 900.000 nel mondo, 10.000 in Italia - e investire sul territorio".

I dati a quanto pare i dati sono destinati a crescere nel corso del Prime Day 2018, e sarà senza dubbio interessante vedere quali saranno i prodotti più venduti.

Amazon, comunque, sottolinea come 10 mila imprese vendano sul sito e più di un terzo esportano i prodotti in Europa e tutto il mondo, facendo crescere il made in Italy.

"Nel 2017 queste aziende hanno raggiunto la cifra record di vendite all'estero di oltre 350 milioni di euro" fa sapere il responsabile delle vendite di Amazon in Europa, Francois Sugler, secondo cui il "Prime Day aiuta le Pmi a raggiungere oltre 100 milioni di clienti iscritti ad Amazon Prime in tutto il mondo e offre l'opportunità per le più piccole imprese di vendere proprio accanto ai più grandi marchi. I clienti Prime hanno ordinato più di 40 milioni di articoli da piccole e medie imprese durante il Prime Day 2017".

Quanto è interessante?
4

Gli ultimi Smartphone, TV 4K o gli accessori più GEEK li trovate in offerta su Amazon.it