Il Regno Unito pronto ad investire milioni di sterline nell'IA per combattere il cancro

di

Dopo il Royal Wedding, il Regno Unito balza di nuovo agli onori della cronaca: secondo il Guardian, infatti, il Primo Ministro britannico Theresa May avrebbe intenzione di investire diversi milioni di sterline nella ricerca medica, in particolare nello sviluppo di un'IA capace di diagnosticare i tumori e le malattie croniche allo stadio iniziale.

Stando a quanto riportato dal Guardian, il discorso con cui la Premier ha intenzione di annunciare l'investimento fa riferimento al fatto che questa tecnologia possa effettivamente ridurre le "morti evitabili", oltre ad essere in grado di salvare 22.000 vite all'anno per il 2033 e di allungare l'aspettativa di vita media di cinque anni entro il 2035.

Un'iniziativa nobile, che potrebbe aiutare la medicina moderna a salvare ancora più pazienti grazie all'uso delle nuove tecnologie, ma che ha fatto subito storcere il naso ad alcuni cittadini preoccupati per la propria privacy. La notizia ha sollevato infatti alcuni dubbi: per permettere all'IA di svolgere il proprio lavoro, il National Health Service sarebbe costretto a condividere alcuni dati medici e genetici riguardanti i pazienti con alcune grandi compagnie, che potrebbero quindi guadagnare dal trattamento di dati sensibili affidati in precedenza ai soli organi governativi.

Una prospettiva che in molti non riescono a tollerare, dato anche il fatto che che questi soldi si potrebbero usare già oggi per finanziare gli ospedali ed i progetti già esistenti in campo sanitario; oltretutto un investimento nel settore dell'Intelligenza Artificiale è considerato rischioso, una sorta di salto nel vuoto che potrebbe rivelarsi fallimentare.

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
4
Il Regno Unito pronto ad investire milioni di sterline nell'IA per combattere il cancro