di

Hayabusa-2 è una sonda della JAXA, l'Agenzia spaziale giapponese. Lo scorso 22 febbraio è atterrata per pochissimo tempo su Ryugu un asteroide distante 320 milioni di chilometri dalla terra, e solo per spararci contro una carica esplosiva e raccogliere materiale roccioso. Ora un video mostra proprio questa fase.

Questione di pochi istanti, la sonda atterra e poi inizia immediatamente a riprendere quota con un polverone di detriti e materiale roccioso sollevati dall'urto. Ci sono voluti quattro anni prima di arrivare a questo momento, uno dei quali passato nei pressi dell'orbita dell'asteroide Ryugu, per studiarlo e sviluppare una possibile strategia d'approccio: bisognava innanzitutto capire quale fosse il sito d'atterraggio più congeniale per lo scopo. Hayabusa-2 ha sparato contro l'asteroide un proiettile che viaggiava alla velocità di 300 metri al secondo.

Hayabusa-2 disponeva anche di un metodo secondario per raccogliere il materiale, e forse nei prossimi mesi si sceglierà di utilizzare anche quello raccogliendo nuovo materiale. La JAXA ha detto che il risultato ottenuto non era scontato, la zona d'atterraggio non era infatti completamente piana quindi è stato necessario monitorare costantemente la manovra sia in fase di atterraggio che durante il successivo decollo: gli scienziati sono riusciti ad esercitare della forza vero una direzione non proprio semplice da ottenere, dato l'orientamento dei propulsori.

FONTE: Futurism
Quanto è interessante?
6