Iliad continua a crescere nel 2022, 'ruba' quote di mercato ai grandi operatori

Iliad continua a crescere nel 2022, 'ruba' quote di mercato ai grandi operatori
INFORMAZIONI SCHEDA
di

I dati commerciali diffusi da Iliad lo scorso agosto mostravano già la continua crescita dell’operatore nel Belpaese tra utenze mobili e fisse attive. L’ultimo Osservatorio sulle Comunicazioni di AGCOM non sorprende molto, dunque, fornendo la conferma della crescita di Iliad e degli MVNO.

Il documento numero 3/2022 riguardante il secondo trimestre del 2022, ergo il periodo tra aprile e giugno di quest’anno, mostra il quadro generale del mercato della telefonia mobile in Italia. Il primo dato che emerge riguarda il numero di SIM totali, con un aumento di 498mila schede attive rispetto al trimestre precedente, e il raggiungimento di quota 107 milioni di SIM Human e M2M. A mostrare la crescita maggiore è stato proprio quest’ultimo segmento, ovvero quello delle SIM che consentono lo scambio di dati da macchina a macchina.

Venendo ai singoli operatori telefonici italiani, in calce alla notizia trovate tutti i dati più importanti. TIM risulta ancora il marchio numero uno in Italia per SIM totali con una quota di mercato del 28,4%, ma la vetta della classifica la raggiunge soltanto grazie alle SIM M2M che garantiscono il sorpasso su WindTre. L’operatore arancione, infatti, è il primo in Italia per SIM usate da utenti umani. Il trio del podio viene completato ancora una volta da Vodafone, in uno scambio di posizioni a seconda della tipologia di SIM.

Ciò che AGCOM evidenzia è tuttavia il calo di utenti per tutti e tre i grandi brand della penisola, a vantaggio di Iliad e altri MVNO. Nel secondo trimestre del 2022, e a quattro anni dal debutto in Italia, Iliad ha raggiunto una quota di mercato pari all’8,5%, con una crescita di 1,1 punti percentuali per SIM totali e di 1,6 punti per le SIM Human. Il blocco degli altri operatori virtuali, invece, cresce rispettivamente dello 0,8% e dell’1,2%. Cala PostePay (PosteMobile), infine, dello 0,1%.

Questi numeri sono facili da spiegare, in quanto gli operatori virtuali stanno proponendo sempre più offerte competitive per sfidare i tre operatori storici italiani e i loro rispettivi secondi brand, ovvero Kena, ho. Mobile e Very Mobile.

Lo scorso settembre, invece, è emerso grazie a CheBanda che Vodafone resta l’operatore più performante in Italia.

FONTE: AGCOM
Quanto è interessante?
3
Iliad continua a crescere nel 2022, 'ruba' quote di mercato ai grandi operatori