Queste immagini ci mostrano l'aspetto dei futuri supercontinenti della Terra

Queste immagini ci mostrano l'aspetto dei futuri supercontinenti della Terra
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Il passato tende a ripetersi e, così come avvenne milioni di anni fa quando la nostra Terra era riunita in un unico continente chiamato Pangea, sembra che un altro supercontinente riunirà forse tutte le terre del nostro pianeta, in futuro.

Ovviamente è molto difficile capire come possa essere il risultato finale. Secondo il parere di molti esperti, tutti i continenti tranne l'Antartide potrebbero unirsi attorno al polo nord tra circa 200 milioni di anni da oggi, formando il nuovo supercontinente chiamato "Amasia". C'è anche una buona alternativa: tutti i continenti potrebbero riunirsi attorno all'equatore in circa 250 milioni di anni, un supercontinente chiamato "Aurica".

Non si tratta solo di un fatto estetico perché, in base alla zona in cui i continenti si riuniranno, cambierà anche il clima. Così, per la prima volta, gli scienziati dell'Earth Institute della Columbia University hanno tentato di modellare il clima di un potenziale supercontinente nel futuro. Il nuovo studio è stato presentato on-line al raduno dell'American Geophysical Union dell'8 dicembre 2020.

Per capire meglio questo concetto vi invitiamo a prendere visione dell'immagine situata in calce alla notizia. Nella figura in alto potrete osservare Aurica, mentre in basso Amasia. Le configurazioni future del territorio sono mostrate in grigio.

Nella versione Amasia l'intero pianeta entrerà in un'era glaciale. A loro volta, i poli sarebbero notevolmente più freddi e coperti di ghiaccio tutto l'anno. Inoltre, l'aumento delle calotte glaciali agirebbe come uno "specchio" e rifletterebbe la luce solare fuori dall'atmosfera, facendo diminuire ulteriormente le temperature.

Lo scenario Aurica, invece, vede un futuro diverso. I continenti riuniti più vicino all'equatore assorbirebbero molta più luce solare, portando a temperature più elevate. Il risultato sarebbe una massa continentale che assomiglia al clima presente nelle spiagge del Sud America con l'entroterra ancora più secco.

Nei due modelli, l'acqua liquida sarebbe esistita su circa il 60% della Terra nello scenario Amasia, contro il 99,8% dello scenario Aurica.

FONTE: iflscience
Quanto è interessante?
7
Queste immagini ci mostrano l'aspetto dei futuri supercontinenti della Terra