Le immagini più vicine del Sole ci rivelano un nuovo mistero cosmico

Le immagini più vicine del Sole ci rivelano un nuovo mistero cosmico
di

Il Solar Orbiter è un satellite per l'osservazione del Sole sviluppato dall'Agenzia Spaziale Europea che sta studiando la nostra stella. Il veicolo spaziale ci sta dando informazioni incredibili, che saranno studiate per anni dagli scienziati. Durante il suo passaggio a marzo, infatti, la sonda ha notato una miriade di dettagli mai visti prima.

Oltre a mostrarci le immagini più vicine del Sole, gli esperti hanno individuato un curioso geyser di gas soprannominato "riccio solare". "Le immagini sono davvero mozzafiato", ha affermato David Berghmans, fisico solare presso l'Osservatorio reale del Belgio e scienziato capo dello strumento Extreme Ultraviolet Imager su Solar Orbiter. "Anche se il veicolo smettesse di acquisire dati domani, sarei impegnato per anni a cercare di capire tutte queste cose".

Tra i fenomeni mai visti prima, osservati il 26 marzo, c'era anche il riccio solare, un geyser di gas caldo e freddo emanato dalla superficie del Sole in tutte le direzioni. Quest'ultimo si estende per 25.000 chilometri, il doppio del diametro della Terra, ed è molto più grande dei mini brillamenti solari - chiamati falò - e scoperti durante il primo passaggio ravvicinato del veicolo spaziale al sole nel giugno 2020.

"Siamo così entusiasti della qualità dei dati dal nostro primo perielio [il punto più vicino nell'orbita di un corpo al sole]", ha affermato nella dichiarazione dell'ESA Daniel Müller, scienziato del progetto Solar Orbiter. "È quasi difficile credere che questo sia solo l'inizio della missione. Saremo davvero molto impegnati".

FONTE: space
Quanto è interessante?
6
Le immagini più vicine del Sole ci rivelano un nuovo mistero cosmico