É stato impiantato Aeson, il primo cuore artificiale

É stato impiantato Aeson, il primo cuore artificiale
di

Un team di chirurgi negli Stati Uniti ha impiantato un dispositivo cardiaco artificiale chiamato "Aeson". Si tratta, in poche parole, di un "cuore artificiale", costituito da due camere ventricolari e quattro valvole biologiche... esattamente come un organo reale.

L'organo artificiale, realizzato con "materiali biocompatibili" da una società francese chiamata CARMAT, è stato sviluppato con "materiali biocompatibili" e vengono utilizzati una combinazione di sensori e algoritmi per mantenere il suo ritmo e la circolazione del sangue costante attraverso il corpo.

Il paziente a ricevere il cuore è stato Matthew Moore, 39 anni, di Shallotte in North Carolina. Moore doveva subire un intervento chirurgico di bypass cardiaco, ma quando le sue condizioni sono peggiorate, il personale medico si è trovato in difficoltà. Molto presto l'uomo si ammalò così tanto che anche un normale trapianto di cuore era troppo rischioso.

Fortunatamente per lui, il cuore artificiale era in fase di test presso la Duke University, in attesa dell'approvazione della Food and Drug Administration (FDA) statunitense (in Europa il suo uso è già stato consentito).

Occorre fare un piccolo appunto: il cuore artificiale è stato sviluppato specificamente per aiutare coloro il cui cuore non riesce più a pompare abbastanza sangue attraverso entrambe le camere. Sostituisce l'intero organo cardiaco, anche se non è destinato a essere permanente: è progettato per essere un ponte verso un trapianto di cuore completo entro sei mesi circa.

A proposito di cuore: questo è grande quanto un "seme di sesamo", mentre questo è il primo organo cardiaco stampato in 3D con tessuto umano.

Quanto è interessante?
1