In Arabia Saudita vogliono boicottare Amazon per il caso Jamal Khashoggi

In Arabia Saudita vogliono boicottare Amazon per il caso Jamal Khashoggi
di

Curioso caso in Arabia Saudita, dove è partita su Twitter una vera e propria campagna di boicottaggio nei confronti di Amazon e la sua sussidiaria regionale Souq.com, a causa della copertura mediatica del Washington Post nei confronti del caso del giornalista Jamal Khashoggi.

I sauditi si sono riversati sul social network di microblogging per lanciare una campagna allo scopo di colpire Jeff Bezos, che oltre ad essere il proprietario di Amazon lo è anche del Post.

Il caso Khashoggi è finito negli ultimi tempi sulle prime pagine di tutti i giornali internazionali. L'editorialista del Washington Post è stato assassinato nel Consolato Saudita ad Istanbul, in Turchia lo scorso mese. Gli utenti che hanno lanciato la campagna sembrano essere contrariati per gli articoli pubblicati sul caso Khashoggi pubblicati sul Post, che sono stati considerati dei veri e propri attacchi politici al regno.

A scatenare ulteriormente le polemiche ci ha pensato l'editoriale pubblicato sul post dal presidente turco Tayyip Erdogan che ha accusato direttamente l'Arabia Saudita per l'uccisione del giornalista.

Bloomberg ha rivelato che l'hashtag #BoycottAmazon domenica scorsa è stato in cima alla classifica dei trend tweet della nazione, ma bisognerà capire che tipo di impatto avrà questa campagna sulle vendite in vista della stagione natalizia, che da sempre coincide con il picco degli ordini.

Quanto è interessante?
7

Gli ultimi Smartphone, TV 4K o gli accessori più GEEK li trovate in offerta su Amazon.it