In fase di test un robot in grado di applicare i punti di sutura

di

Sappiamo bene che i chirurgi non sono dei grandi fan dei robot dal momento che questi sono visti come dei rivali sul posto di lavoro. Tuttavia, l'importanza di questo tipo di macchinari è innegabile, come confermato da alcuni test condotti dal Children's National Medical Center e la Johns Hopkins University.

Le due parti di recente hanno testato un robot autonomo (STAR) che è in grado di applicare dei punti di sutura al termine degli interventi chirurgici. La prova è stata effettuata durante un'operazione intestinale sperimentale su un maiale anestetizzato. La macchina a quanto pare ha mostrato dei risultati eccellenti in termini di sutura ed ha applicato la medicazione in maniera precisa, secondo molti meglio dei medici veterani ed altri assistenti robotici. Il tutto grazie ad una fotocamera che analizzando il campo di luce è in grado di riconoscere i marcatori fluorescenti posti all'interno del tessuto, che l'aiutano ad individuare le pieghe che normalmente restano nascoste.
STAR potrebbe essere particolarmente utile anche in campo operatorio, la chirurgia è spesso piena di compiti ripetitivi come la sutura, e quindi robot come questo potrebbero accelerare i lavori e quindi tenere i chirurgi liberi per altri compiti. Chiaramente però prima di metterli all'opera su un tavolo operatorio vero e proprio, bisognerà attendere l'esito dei test che verranno condotti nei prossimi mesi. Ed a meno che la tecnologia non diventi infallibile, non la vedremo nell'immediato futuro.

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
0