In orbita Prisma: il satellite tutto italiano che osserverà la Terra ed aiuterà l'ambiente

In orbita Prisma: il satellite tutto italiano che osserverà la Terra ed aiuterà l'ambiente
di

E' stato inviato in orbita lo scorso venerdì Prisma, il nuovo satellite tutto italiano realizzato dall'Agenzia Spaziale Italiana che, come annunciato in una nota, osserverà da vicino il nostro pianeta per acquisire delle immagini molto importanti sulla composizione chimico-fisica dell'ambiente.

Il satellite affronterà tra mesi di verifiche, per poi diventare pienamente operativo dalla metà del mese di Giugno. Come osservato dall'ESA, il programma Prisma ha avuto un costo di 126 milioni di Euro ed andrà a completare attuale nel segmento dell'Osservazione della Terra.

Dotato di un sensore ottico ipersprettale, acquisirà immagini della superficie terrestre contenente informazioni sulla composizione chimico-ifisica degli oggetti presenti nella scena osservata, per fornire un contributo unico per varie applicazioni.

"PRISMA, di proprietà dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), rappresenta un’eccellenza derivata dalle capacità scientifica e industriale del nostro Paese di fare squadra" si legge nella nota. Il satellite è stato realizzato da un da un insieme temporaneo di imprese guidato da OHB Italia, che è stata responsabile della missione e della gestione dei tre principali segmenti (terra, volo e lancio). Leonardo, invece, ha realizzato la strumentazione elettro-ottica iperspettrale e diversi equipaggiamenti di bordo (tra cui i sensori d’assetto e il pannello solare).

"A definire ancor meglio il profilo nazionale è il lancio con il vettore VEGA prodotto da AVIO, lanciatore dell’ESA ma di concezione e costruzione a prevalenza italiana. Il centro di controllo della missione è stato realizzato da Telespazio (Leonardo 67%, Thales 33%), mentre l’acquisizione e l’elaborazione dei dati avverrà dal Centro Spaziale di Matera" conclude la nota.

Tutti gli aggiornamenti della missione saranno pubblicati anche su Twitter ufficiale dell'ASI.

Quanto è interessante?
5