Inalare gas esilarante per un'ora può alleviare la depressione

Inalare gas esilarante per un'ora può alleviare la depressione
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Il protossido di azoto, secondo il nuovo studio pubblicato su Science Translational Medicine, potrebbe essere utilizzato nella lotta alla depressione. Inalarlo per una sola ora potrebbe alleviare i sintomi di depressione per lunghi periodi.

Ne basta una piccola dose per vedere immediatamente gli effetti terapeutici nei pazienti. Le dosi più alte, sebbene ugualmente funzionali, hanno degli effetti collaterali.

"Un'ampia percentuale di pazienti non risponde alle terapie antidepressive standard, i pazienti di questo studio non avevano ricevuto nessun beneficio da altri studi a cui avevano partecipato. Per noi è molto importante trovare le terapie giuste per aiutare questi pazienti" ha così detto l'autore dello studio Charles R. Conway. "Abbiamo visto rapidi miglioramenti in molti di questi pazienti, lo studio suggerisce che il protossido di azoto può aiutare soprattutto le persone con una depressione grave e persistente."

Gli antidepressivi, è risaputo abbiano bisogno di diverse settimane per produrre risultati nei pazienti, in quanto gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina interagiscono con i recettori nel cervello dopo diverso tempo. Al contrario, il protossido d'azoto agisce sui recettori NMDA e produce effetti molto più veloci.

In precedenza fu condotto un altro studio simile che mostrava come inalare il 50% di gas esilarante e il 50% di ossigeno produceva rapidi miglioramenti. Lo studio tuttavia aveva monitorato i pazienti per sole 24 ore e non era possibile determinare se gli effetti si fossero dimostrati utili anche dopo o per quanto tempo. Nello studio preso in causa, inoltre, essendo la dose di protossido di azoto piuttosto alta, vi furono anche episodi di nausea, stordimento e sedazione.

Nel nuovo studio, i pazienti sono stati divisi in tre gruppi. Un gruppo ha ricevuto la stessa dose della ricerca precedente, quindi 50% di gas e 50% di ossigeno, l'altro ha ricevuto il 25% di protossido di azoto e il 75% di ossigeno, mentre al terzo è stata data una "miscela" contenente soltanto ossigeno.

I risultati migliori li ha mostrati il secondo gruppo, i cui effetti antidepressivi sono perdurati per oltre quattro settimane. Chi aveva ricevuto il 50% di protossido di azoto ha prodotto un miglioramento leggermente superiore a quello del secondo gruppo, ma essi correvano un rischio maggiore di sviluppare effetti collaterali.

"Dei pazienti che hanno ricevuto il 25% di protossido di azoto, nessuno ha sviluppato nausea" ha continuato Conway. "Quella dose più bassa era efficace quanto la dose più alta."

L'85% dei partecipanti, grazie all'esperimento, ha visto una sensibile riduzione dei sintomi depressivi, cui a volte possono alterare persino la percezione visiva di chi ne è affetto. Il 55% di questi ha sperimentato miglioramenti in oltre la metà dei sintomi depressivi, mentre il 40%, secondo gli esperti, era in remissione, ovvero non poteva più essere qualificato per una diagnosi di depressione clinica.

Secondo Conway è possibile che questo tipo di trattamento venga utilizzato presto per curare la depressione. Se vuoi saperne di più, di recente è stata trovata una correlazione tra depressione e infiammazione.

FONTE: iflscience
Quanto è interessante?
1