L'incendio di Notre Dame ha riempito Parigi di piombo, ed è un problema

L'incendio di Notre Dame ha riempito Parigi di piombo, ed è un problema
di

Una inchiesta del New York Times rivela le esternalità nascoste dell'incendio di Notre-Dame, spiegando come gli effetti di questa catastrofe potrebbero essere più gravi di quelli che si immagina. Specie perché l'aria di Parigi si è riempita di piombo, una cosa molto grave. E la salute dei parigini è a rischio.

Secondo il New York Times i reali rischi dell'incendio non sarebbero stati comunicati adeguatamente (o in alcuni casi affatto) dalle autorità. Le aree più colpite dalle emissioni prodotte dall'incendio sono, ad esempio, state bonificate solamente dopo diverse settimane dall'incidente.

Di cosa parliamo? Di un tetto da 460 tonnellate di piombo, in larga parte finito nell'aria dopo essere stato liquefatto dalle fiamme dell'incendio. Il piombo così evaporato non si è smaterializzato, ma è andato a depositarsi sui tetti delle case dei parigini, sulle scuole, e sulle vie della capitale. Ma è stato anche catturato dai depuratori e dai condotti dell'aria condizionata.

Subito dopo l'incendio di Notre Dame la contaminazione da piombo era 1.300 volte sopra i limiti. Ma come è la situazione ora? I risultati dei test successivi, specie quelli svolti in luoghi critici come le scuole e gli edifici pubblici, non sono in alcuni casi mai stati comunicati.

Sarebbero almeno 18 gli asili nido dove i test hanno mostrato una concentrazione di piombo superiore ai limiti. Mentre nell'area più colpita dal problema abitano più di 6.000 bambini sotto i 6 anni.

Quanto è interessante?
6