L'Incredibile impresa in solitaria di Naomi Uemura

L'Incredibile impresa in solitaria di Naomi Uemura
di

Naomi Uemura è stato un esploratore, alpinista ed avventuriero nipponico, ma in pochi conoscono il suo nome e le sue vicende, pur avendo svolto imprese straordinarie rimaste nella storia.

Appassionato di alpinismo sin dai tempi del college, e tenace sostenitore delle imprese in solitaria, Uemura già prima dei trent'anni aveva scalato da solo alcune delle più famose vette mondo, il Monte Bianco, il Cervino, il Kilimangiaro ed Aconcagua, la più alta cima della Cordigliera delle Ande.

L'impresa più significativa di tutte è però stata quella di raggiungere il Polo Nord, senza squadra, in 57 giorni di sforzi, imprevisti e pericoli scampati. Il 1 maggio del 1978 infatti, divenne il primo uomo in assoluto ad aver raggiunto tale meta in solitaria, accompagnato solo dalla sua slitta ed i suoi fedeli Alaskan malamute.

Durante tale impresa dovette far fronte non solo al clima rigido e proibitivo, ma anche ad alcuni inconvenienti che quasi lo costrinsero a rinunciare, come l'incontro con un orso polare che gli divorò le provviste o come quando rimase bloccato con i suoi cani su di un'isola di ghiaccio che si era staccata dal resto della banchisa.

Uemura però non si arrese mai, la sua straordinaria resilienza gli permise infatti di raggiungere il suo obiettivo, non dimenticando mai l'aiuto psicologico di chi comunque gli era stato vicino affermando: "Ciò che mi ha spinto a continuare è stato il pensiero di innumerevoli persone che mi avevano aiutato e sostenuto e la consapevolezza che non avrei mai potuto affrontarle se vi avessi rinunciato".

Naomi Uemura viene ricordato ancora oggi non solo come eccezionale scalatore ed intrepido avventuriero, ma anche come uomo dalla grande umanità e dal grande impegno per gli altri. In Giappone, a Tokyo, è possibile visitare un museo a lui dedicato ed un premio in suo onore è stato istituito per gli avventurieri che si sono distinti nell'esplorazione della natura.

FONTE: Arcgis
Quanto è interessante?
4
L'Incredibile impresa in solitaria di Naomi Uemura