Un'incredibile scoperta rivela Golia il Supersaurus: il dinosauro più lungo mai vissuto?

Un'incredibile scoperta rivela Golia il Supersaurus: il dinosauro più lungo mai vissuto?
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Non molto tempo fa abbiamo analizzato i contendenti al titolo di dinosauro più grande di tutti. Questi colossi appartenevano ai sauropodi, creature estinte milioni di anni fa. Oggi, un nuovo studio ha analizzato resti fossili in ottimo stato di conservazione appartenenti a Golia, un Supersaurus che potrebbe essere il dinosauro più lungo di sempre.

Il team di ricerca è diretto dal paleontologo del Museo di Storia Naturale dell’Arizona, Brian Curtice, il quale ,senza mezze misure, ha dichiarato “questo è il dinosauro più lungo basato su uno scheletro ben conservato”, suggerendo la difficoltà di effettuare stime sulla grandezza di queste creature sulla base di reperti incompleti, lesionati o, nei casi peggiori, frammentari.

L’esemplare è stato chiamato Golia e la specie è nota come Supersaurus, esponente della famiglia dei diplodocidi, creature caratterizzate dal lungo collo e dalla possente coda, la cui porzione terminale possedeva una mobilità simile ad una frusta. La specie è sempre stata considerata uno dei dinosauri più lunghi mai esistiti, ma le stime erano basate su resti incompleti e in condizioni discutibili, almeno fino ad oggi.

Supersaurus visse 150 milioni di anni fa, durante il Giurassico, e, secondo le stime, era lungo oltre 39 metri come valore medio, potendo raggiungere le dimensioni record di 42 metri.

Il primo ritrovamento di Supersaurus risale al 1972, nel sito Dry Mesa Dinosaur Quarry in Colorado. Vennero portati alla luce una serie di reperti ossei rappresentati da un “guazzabuglio scheletrico” di diverse specie di dinosauri. Al tempo, il lavoro di classificazione fu soggetto a diversi errori di valutazione e interpretazione dei resti.

Studi recenti hanno permesso di attribuire i resti a Supersaurus, così da poterne studiare le caratteristiche su una serie di reperti molto più completa. Secondo Curtice, infatti, le gigantesche ossa ritrovate nel sito appartengono al Supersaurus.

Rivalutando i resti fossili, le vecchie stime di lunghezza della creatura, basate su un range di 33-34 m, sono state aumentate. Inoltre, il continuo rinvenimento e liberazione di reperti ossei dagli strati di roccia ha permesso di effettuare stime più accurate sulla struttura del collo e della coda, che rispettivamente si attestano su 15 e 18 m.

Questi dati permettono, dunque, di dimostrare le incredibili dimensioni del gigante che ormai lo sanciscono come uno dei più grandi esponenti sauropodi, con i suoi 39-42 metri di lunghezza.

"Questa è una lunghezza pazzesca - più di tre scuolabus gialli dal naso alla coda" ha affermato Curtice.

Attualmente, la ricerca e i nuovi dati ottenuti dal sito paleontologico sono in attesa di peer-review e saranno messe al vallo della comunità scientifica per valutare la fondatezza delle stime e della scoperta, che non ha tardato a suscitare fascino ed eccitazione tra gli addetti ai lavori.

Non è cosa da tutti i giorni scoprire il dinosauro più lungo mai vissuto sulla Terra e, provando ad immaginare le dimensioni, potrebbe trattarsi di un colosso, svariate volte più grande del T.rex il più feroce carnivoro mai esistito.

Di seguito vi proponiamo un'illustrazione, prodotta da Sean Fox, Gustavo Monroy e Fossil Crates, che paragona il colosso sauropode ad un Allosauro.

Quanto è interessante?
6
Un'incredibile scoperta rivela Golia il Supersaurus: il dinosauro più lungo mai vissuto?