L'incredibile storia di Grace O'Malley, piratessa e ribelle contro l'Inghilterra

L'incredibile storia di Grace O'Malley, piratessa e ribelle contro l'Inghilterra
di

Tutti conosceranno le storie dei pirati più blasonati (che abbiamo contribuito a far conoscere anche noi), ma pochi sicuramente conosceranno la storia di Grace O'Malley, una regina pirata del XVI secolo. Mentre Enrico VIII e il suo successore, Elisabetta I, stavano per conquistare l'Irlanda, O'Malley fu uno dei leader della ribellione irlandese.

Grace O'Malley nasce in un periodo di conflitto in Irlanda, che non faceva parte del territorio inglese, ma era una sua signoria. Tutto cambiò quando Thomas Fitzgerald, governatore dell'Irlanda, a causa di un conflitto con Enrico VIII decise di conquistare Dublino. Gli inglesi risposero con un'invasione e ne approfittarono non solo per riprendere Dublino, ma anche per tentare di conquistare il resto della contea. Per la prima volta, un sovrano inglese si dichiarò re d'Irlanda.

La conquista dell'Inghilterra da parte dei Tudor fu una minaccia per il potere degli O'Malley, poiché il padre di Grace comandava la baronia di Murrisk nella contea di Mayo, sulla costa occidentale dell'Irlanda, e tassava tutta la pesca nel loro territorio. Alla morte del padre, la ragazza ereditò il titolo e la terra di famiglia e intorno al 1546, sposò Dónal-an-Chogaidh O'Flaherty, un potente ereditiere (il primo, di due matrimoni).

Secondo alcune leggende, Grace si dimostrò una così brava leader da controllare efficacemente gli affari di suo marito. Partendo da una flotta di navi che ereditò da suo padre, compresa tra le cinque e venti, Grace O'Malley aumentò pian piano il suo potere e iniziò a controllare le coste intorno all'Irlanda occidentale.

Mentre Grace guadagnava il potere, gli inglesi continuarono a rafforzare il loro controllo sull'Irlanda. Nel 1584, Sir Richard Birmingham divenne governatore del Connacht e aveva un solo obiettivo: fermare Grace, considerata da lui stesso come una delle cause di "tutte le ribellioni in questa provincia da 40 anni".

Sir Richard Birmingham colpì duramente la regina dei pirati, facendo uccidere dapprima il figlio Owen e poi catturando gli altri figli, Grace, Tibbot e Murrough, e il suo fratellastro Dónal. O'Malley decise quindi di andare a negoziare personalmente con la regina Elisabetta I. L'incontro con le due donne - così come si racconta - fu un vero e proprio scontro tra due personalità agli antipodi; da una parte la rozza piratessa, che si rifiutò di inginocchiarsi davanti la sovrana, e da una parte la raffinata e colta regina.

Alla fine, Grace accettò di smettere di sostenere le ribellioni dei signori irlandesi contro l'Inghilterra, mentre Elisabetta accettò di restituire la sua famiglia di Grace e rimuovere Bingham dal potere. Qui finisce la storia della regina dei pirati, e la sua ultima apparizione nella documentazione storica risale al 1601. Gli storici, infatti, ritengono che sia morta nel 1603 al Castello di Rockfleet. E, ancora oggi, in Irlanda è considerata un'eroina.

Volete altre storie sui pirati? Visitate questa nostra pagina.

Quanto è interessante?
3
L'incredibile storia di Grace O'Malley, piratessa e ribelle contro l'Inghilterra