India banna TikTok e altre app cinesi per "danni all'integrità del Paese"

India banna TikTok e altre app cinesi per 'danni all'integrità del Paese'
di

Il Ministero dell’Elettronica e delle Tecnologie indiano ha deciso di bannare TikTok, WeChat e altre 59 applicazioni cinesi. Questo provvedimento è stato preso non solo alla luce delle controversie tra Nuova Delhi e Pechino, ma soprattutto perché secondo le autorità indiane queste app sono “pregiudizievoli alla sovranità e integrità del Paese”.

Come espresso nel comunicato stampa ufficiale, l’India si sta mostrando sempre più forte sul campo tecnologico ed è spesso considerata come un mercato di fondamentale importanza per molte aziende. Il Ministero degli Interni, assieme all’ Indian Cyber Crime Coordination Centre (I4C), ha allora deciso di bloccare queste app malevoli per salvaguardare i cittadini e lo sviluppo tecnologico indiano.

Va notato che queste misure prese dal governo vanno a colpire 600 milioni di utenti sui due miliardi di download totali di TikTok, che risulta quindi l’app che più di tutte sentirà l’impatto di questo ban. TikTok India ha già rilasciato su Twitter un comunicato ufficiale, negando ogni coinvolgimento con il governo cinese e assicurando gli utenti di non aver mai diffuso alcuna loro informazione.

A influire in questa decisione è forse anche una delle ultime controversie legate al social network cinese: l’applicazione infatti risulta accedere continuamente alle clipboards dei dispositivi, analizzando ogni parola scritta in tempo reale. Anche l'Unione Europea, per motivi legati al trattamento dei dati, si era mossa proprio contro TikTok.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
3