Individuata proteina che permetterebbe di combattere meglio la leucemia

Individuata proteina che permetterebbe di combattere meglio la leucemia
di

Questo è davvero un periodo di intriganti scoperte nel mondo della medicina: dopo avere trattato la promettente molecola utile alla regolazione della glicemia senza insulina, è giunto il momento di parlare di una proteina poco conosciuta potenzialmente utile alla lotta contro la leucemia.

Si parla nello specifico della leucemia mieloide acuta o LMA, tumore aggressivo che ora vede poche terapie mirate efficaci per curarlo. La potenziale letalità di questa, che rende maligne le cellule nel midollo osseo, la rende un nemico difficile da sconfiggere. Tuttavia, con la scoperta del coinvolgimento della proteina SCP4 potrebbe esserci una nuova strada percorribile per la terapia.

SCP4 è un tipo di proteina detto fosfatasi, ergo regola l’attività cellulare sottraendo i fosfati ad alte proteine. Nel caso della LMA, le cellule sembrerebbero avere particolare bisogno di essa – e della chinasi, ovvero del ripristino dei fosfati – per sopravvivere. In poche parole, bloccare la produzione della SCP4 potrebbe uccidere le cellule tumorali. Una soluzione potrebbe essere la produzione di nuovi farmaci diretti, ma si tratta ancora di un caso di studio agli inizi.

È interessante notare come l’ex studentessa Sofya Polyanskaya e il professore Christopher Vakoc, autori dello studio, si sono detti sorpresi non solo di questa scoperta, bensì anche della presenza di soltanto dodici articoli nella letteratura scientifica che menzionano SCP4 e nessuno di essi discute del suo ruolo nella leucemia: “Quando incontri qualcosa che non è mai stato studiato in precedenza nel contesto del cancro o che non è stato affatto compreso, è molto interessante. Questo lavoro sottolinea l'importanza della ricerca per scoprire le terapie future”.

A dicembre, invece, è stato finalmente approvato il primo farmaco iniettabile per prevenire l’HIV.

Quanto è interessante?
2