di

Nel luglio del 2020 il veicolo spaziale Parker Solar Probe della NASA si è avvicinato a Venere, il pianeta infernale del nostro Sistema Solare. Il passaggio è stato così vicino che la sonda è stata in grado di captare i segnali radio naturali emanati dalla ionosfera del pianeta, la regione dell'alta atmosfera colpita dalla radiazione del Sole.

Con questi dati a disposizione, l'agenzia spaziale americana ha trasformato i segnali radio in suoni, dando vita a una melodia davvero inquietante ma sicuramente affascinante. Gli scienziati sperano di utilizzare i segnali, raccolti dallo strumento FIELDS della sonda, per capire come Venere sia diventato il pianeta che vediamo oggi.

Non è questa la missione principale del Parker Solar Probe, poiché attualmente il suo obiettivo è quello di osservare la corona esterna del Sole. Gli esperti non potevano farsi sfuggire l'occasione e, la scorsa estate, gli scienziati sono stati in grado di capire che l'attività solare nella ionosfera venusiana sembra diventare più forte e più debole man mano che il Sole attraversa il suo ciclo solare.

Per essere chiari, il ciclo solare è un processo di 11 anni in cui l'attività della nostra stella, comprese le espulsioni di massa coronale, aumentano e poi diminuiscono, prima di ricominciare il "ciclo". Venere è un luogo ancora relativamente sconosciuto per gli scienziati, che sfruttano ogni possibilità per conoscere ancora di più il mondo infernale.

FONTE: futurism
Quanto è interessante?
3