Instagram sorride alla community LGBTQ: in arrivo i pronomi di genere nei profili

Instagram sorride alla community LGBTQ: in arrivo i pronomi di genere nei profili
di

Instagram nelle ultime ore ha visto l’approdo di una nuova funzionalità che farà felice la community LGBTQ, ovvero uno spazio dedicato ai pronomi di genere nei profili, aggiunta particolarmente importante per promuovere la sensibilità verso il tema della gender neutrality, assieme al rispetto per i membri della suddetta community.

A segnalare questa novità sono stati i colleghi di Mashable, i quali hanno sperimentato a lungo questa funzionalità inedita per verificare quanto gli sviluppatori di casa Instagram abbiano deciso di andare “in fondo” nel suo sviluppo.

Il funzionamento, comunque, è piuttosto semplice: accedendo alla schermata di modifica del profilo, ora sarà possibile impostare i pronomi preferiti tra 41 opzioni suggerite dalla piattaforma, fino a quattro pronomi, i quali saranno poi visualizzati in grigio sbiadito accanto al nome. Non sarà possibile aggiungerne altri, ma sarà concesso nasconderli a chiunque non stia seguendo il profilo d’interesse – quest’opzione sarà predefinita nel caso degli utenti di età inferiore ai 18 anni.

Instagram ha comunque spiegato che questa novità è ancora in fase “preliminare”, per verificare l’interesse anche dell’utenza parte della community LGBTQ per la feature e il ruolo di quest’ultima nella loro tutela: “Stiamo offrendo alle persone più strumenti per esprimersi su Instagram. La condivisione dei pronomi è stata ampiamente adottata dalla nostra comunità e con questa funzionalità speriamo di normalizzarne ulteriormente l'adozione”. Di conseguenza, inizialmente il rilascio sarà limitato ad alcuni paesi selezionati. Inoltre, gli sviluppatori continueranno ad aggiornare l’elenco dei pronomi a seconda dei suggerimenti inviati dall’utenza tramite l’apposito modulo di richiesta.

Tra le altre funzionalità ricevute di recente appaiono i sottotitoli nelle Storie tramite un adesivo apposito, ma anche la possibilità di filtrare automaticamente i messaggi direct offensivi.

FONTE: Mashable
Quanto è interessante?
2