Intel, vicino l'accordo per l'apertura di una fabbrica in Italia: Draghi accelera

Intel, vicino l'accordo per l'apertura di una fabbrica in Italia: Draghi accelera
di

Secondo quanto riferito da alcune fonti all’agenzia di stampa Reuters, Intel sarebbe vicina alla finalizzazione di un accordo con il Governo Italiano per l’apertura di una fabbrica di chip in Italia.

L’accordo prevede un investimento da parte della compagnia di 5 miliardi di Dollari, con l’Esecutivo che dovrebbe farsi carico del 40% dell’investimento e dovrebbe anche offrire dei vantaggi finanziari. L’ufficialità dovrebbe arrivare entro fine agosto.

La compagnia avrebbe anche ristretto la cerchia di regioni in cui localizzare la fabbrica: inizialmente si parlava di Puglia, Lombardia, Piemonte, Sicilia e Veneto ma molte fonti spiegano che la scelta sarebbe andata su Piemonte e Veneto. La sede però ancora non è stata scelta e nessuna decisione finale è presa.

Lo stabilimento dovrebbe occuparsi del packaging e dell’assemblaggio avanzato di semiconduttori. A lungo termine, il piano di Intel è di creare una gamma completa di strutture che andranno a lavorare insieme al mega sito tedesco che si occupa degli Intel 20A e che entro il 2027 si occuperà anche dell’assemblaggio di chip più potenti.

Nel progetto messo sul tavolo dall’Esecutivo del Premier uscente Mario Draghi dovrebbero confluire anche i fondi provenienti dall’EU Chip Act e del Governo.

Lo stesso Draghi starebbe lavorando per accelerare i tempi ed arrivare alla firma degli accordi entro la fine da agosto, soprattutto in vista delle elezioni del 25 Settembre.

FONTE: Reuters
Quanto è interessante?
5