Intel Arc, come si chiameranno le schede video da gaming? Ecco le prossime generazioni

Intel Arc, come si chiameranno le schede video da gaming? Ecco le prossime generazioni
di

Nelle scorse ore abbiamo appreso alcune interessanti informazioni sulle nuove schede video Intel Arc, rivelate nel corso dell'Architecture Day 2021 che ha visto anche la presenza di Raja Koduri, attualmente vicepresidente del dipartimento architettura, grafica e software di Intel.

Nel corso della presentazione abbiamo scoperto alcuni dettagli sull'architettura dei chip grafici della generazione Alchemist, ma abbiamo avuto modo di dare anche un'occhiata a una dimostrazione della tecnologia Intel XeSS, che promette di migliorare le prestazioni in-game pur mantenendo una risoluzione di gioco elevata grazie all'IA.

Durante l'evento però si è parlato anche del futuro della divisione grafica di Intel e, in particolare, della roadmap per le generazioni successive alla prima.

Naturalmente Intel promette un incremento graduale delle prestazioni, man mano che andremo avanti con le generazioni e dunque con l'evoluzione architetturale. La prima microarchitettura a salire sul palco sarà appunto la tanto chiacchierata Intel Xe-HPG con le schede Intel Arc Alchemist.

La sua diretta evoluzione sarà invece la generazione Battlemage, con architettura Xe2-HPG. Diretta conseguenza sarà poi Intel Arc Celestial con architettura Xe3-HPG. Infine, stando all'attuale roadmap, divulgata nel corso della conferenza, dovrebbe arrivare Druid, con un'ulteriore passo in avanti in termini di progettazione. Il nome dell'architettura, non a caso, sarà Intel Xe Next.

Non ci resta che attendere, del resto le prime soluzioni Alchemist dovrebbero arrivare nel primo trimestre del 2022. Se volete approfondire il discorso relativo alla tecnologia di upsampling mediata dall'IA, abbiamo provato a stilare le principali differenze fra Intel XeSS, il DLSS di NVIDIA e la tecnologia AMD FSR.

Quanto è interessante?
1
Intel Arc, come si chiameranno le schede video da gaming? Ecco le prossime generazioni