Intel: "i chipmaker cinesi saranno i nostri principali concorrenti" tra soli cinque anni

Intel: 'i chipmaker cinesi saranno i nostri principali concorrenti' tra soli cinque anni
di

Intel ha annunciato enormi investimenti in Europa la scorsa settimana, ma oggi sembrano trapelare alcune ragioni per cui l'azienda americana ha deciso di aumentare la propria capacità produttiva e le proprie ricerche nel Vecchio Mondo: a quanto pare, infatti, Intel teme la concorrenza della Cina, i cui progressi nel chipmaking sono impressionanti.

Questo è quanto emerge da un report di DigiTimes, che ha spiegato che Intel crede che i chipmaker cinesi diventeranno la principale concorrenza del Team Blu nei prossimi cinque anni, surclassando gli altri produttori americani, giapponesi e taiwanesi in tempi brevissimi. Le dichiarazioni riportate dal sito web taiwanese provengono dalla Senior Vice-President di Intel e direttrice di Intel China Rui Wang.

Wang avrebbe fatto tali previsioni nel corso dell'ultimo Congresso del Partito Nazionale Cinese, che si è tenuto l'11 marzo scorso, perciò è difficile dire se quella di Wang fosse una dichiarazione puramente propagandistica o un sincero timore di Intel. Ad ogni modo, la dirigente d'azienda ha confermato che i produttori cinesi stanno recuperando il terreno che le separa dai grandi chipmaker americani, e che Intel in particolare guarda a quella cinese come alla principale concorrenza che si troverà ad affrontare nei prossimi cinque anni.

Nello specifico, Wang ha spiegato che "Fino ad oggi non ci sono state compagnie che hanno saputo minacciare la posizione dominante di Intel. Ma nel giro di 3-5 anni, diventerà chiaro che le aziende locali emergeranno come forti rivali". Nella stessa cornice, tuttavia, Wang ha anche spiegato che l'azienda "non sarà cortese con la concorrenza, ed eserciterà il proprio potere in ogni modo possibile per competere correttamente".

La dirigente, tuttavia, non ha specifico a quale produttore si riferisse nello specifico durante il proprio intervento, prefigurando invece un "assalto" proveniente da più parti, anche se per il momento non sembrano esserci concorrenti particolarmente seri per Intel in Estremo oriente.

La Cina, però, ha un brulicante settore industriale del chipmaking, in cui emergono le CPU Zhaoxin con architettura LuJiaZui, utilizzate dai device Lenovo destinati al mercato cinese. Altri chip che potrebbero, benché con tempi di sviluppo e ricerca prolungati, sfidare quelli di Intel sono il Longsoon per PC "consumer", il Sunway per Supercomputer e l'Hygon, quest'ultimo basato su tecnologie AMD su licenza. Infine, tra i produttori cinesi più importanti bisogna considerare anche la sussidiaria di Huawei HiSilicon, specializzata per il momento in proposte basate sull'architettura ARM.

FONTE: DigiTimes
Quanto è interessante?
1