Intel verso la leadership tecnologica: eclisserà TSMC e Samsung entro il 2025

Intel verso la leadership tecnologica: eclisserà TSMC e Samsung entro il 2025
di

Intel ha annunciato il programma Zero Emissioni solo pochi giorni fa, ma sembra che i piani futuri dell'azienda non riguardino solo la sostenibilità della sua produzione. Al contrario, il chipmaker starebbe lavorando duramente per riprendere la leadership tecnologica entro il 2025, surclassando i propri principali rivali.

La notizia arriva da Scotten Jones, Presidente di IC Knowledge, una società di consulenza specializzata nel campo dei semiconduttori. A quanto pare, Intel avrebbe una roadmap estremamente aggressiva fino al 2027, con la realizzazione di cinque nodi produttivi per i chip nel giro di quattro anni.

La roadmap, di per sé estremamente ambiziosa, dovrebbe portare allo sviluppo dei nodi Intel 7, Intel 4, Intel 3, Intel 20A e Intel 18A entro i prossimi cinque anni, portando l'azienda di Santa Clara a superare, in termini di miniaturizzazione e di progresso tecnologico dei propri chip, le compagnie rivali. Nello specifico, Intel punterebbe a scavalcare TSMC, che negli ultimi anni ha sottratto la leadership tecnologica nel campo dei chip alla casa di Santa Clara.

Jones, che inizialmente si era detto scettico sulla fattibilità di una roadmap simile, ha oggi confermato non solo che il raggiungimento dei traguardi di Intel è ormai fattibile, ma anche che l'azienda potrebbe essere persino in anticipo rispetto ai propri obiettivi: stando ad un recente documento esaminato dal Presidente di IC Knowledge, infatti, il nodo 18A, che era inizialmente previsto entro il 2025, è stato anticipato al 2024, segnalando che la ricerca di Intel procede a ritmi estremamente spediti.

Il segnale dato dal colosso guidato da Pat Gelsinger è sicuramente incoraggiante, ma in ogni caso la corsa alla leadership tecnologica da qui ai prossimi cinque anni sarà un affare a tre tra TSMC, Intel e Samsung, il cui risultato non sembra essere affatto predeterminato. In particolare, le tre aziende, secondo Jones, si troveranno prima o poi ad affrontare dei colli di bottiglia decisamente importanti, che potrebbero rallentarne i piani e distruggerne le tabelle di marcia.

Ad ogni modo, se i dati attualmente disponibili fossero corretti e se non si verificasse alcun problema produttivo nei prossimi due anni, Intel potrebbe riprendere la leadership tecnologica già entro fine 2023, cementandola definitivamente entro la fine del 2024 o l'inizio del 2025, con l'implementazione del nodo Intel 18A. Intanto, comunque, Intel ha espresso preoccupazione per la concorrenza cinese, che potrebbe superare quella taiwanese di TSMC e quella coreana di Samsung nel giro di pochi anni.

Quanto è interessante?
1