Intel, le prime parole del nuovo CEO: "Riporterò l'azienda ai tempi d'oro"

Intel, le prime parole del nuovo CEO: 'Riporterò l'azienda ai tempi d'oro'
di

In casa Intel è ufficialmente finita l’era firmata Robert “Bob” Swan: dopo otto anni ai vertici del colosso statunitense, Swan ha lasciato la sua posizione a Pat Gelsinger come preannunciato a metà gennaio. Il nuovo CEO ha voluto dire la sua sul futuro dell’azienda, manifestando la volontà di “riportarla ai successi dei tempi d’oro”.

Nella nota rilasciata al pubblico e ai dipendenti Intel Gelsinger ha scritto: “Sono fiducioso che possiamo essere l'azienda leader mondiale nel settore dei semiconduttori in un panorama di enormi cambiamenti, e impostare un corso per una nuova era di innovazione e leadership tecnologica”, evidenziando più volte l’importanza per la società di stare al passo con la concorrenza e “fissare obiettivi aggressivi senza compromettere la qualità dei prodotti”.

Inoltre, Gelsinger ha elencato i “quattro superpoteri” su cui puntare: cloud, mobilità alimentata dal 5G, intelligenza artificiale e intelligent edge, un tipo di tecnologia necessaria per creare un’architettura Internet-of-Things ottimale risolvendo i problemi presenti in sistemi complessi. Infine, un’ulteriore priorità del nuovo amministratore delegato sarà quella di attirare i migliori talenti per garantire il lancio dei migliori processori sul mercato anche sul medio-lungo termine.

Una delle prime spinte arriverà sicuramente con la produzione esterna dei chip Intel grazie al colosso taiwanese TSMC e ai suoi processi produttivi a 3 nanometri, così da recuperare il terreno perso rispetto ad AMD: le ultime generazioni di processori sono infatti basate, rispettivamente, sulle linee a 14 nanometri per la serie Rocket Lake e sulle linee a 7 nanometri per i modelli Ryzen 5000. O ancora, possiamo aspettarci qualche novità interessante per la gamma di CPU ibride Alder Lake attesa per settembre.

A proposito di quest’ultima serie, recentemente su Geekbench è apparso un altro chip da 16 core e 24 thread presumibilmente in grado di offrire prestazioni pari al modello top di gamma Intel Core i9-10900K.

FONTE: CNBC
Quanto è interessante?
2