Intel pronta a rilanciare lo standard ATX12VO con Alder Lake-S?

Intel pronta a rilanciare lo standard ATX12VO con Alder Lake-S?
di

Quello che alcuni esperti del settore non hanno esitato a definire come il più grande passo nel design degli alimentatori sin dal 1995, potrebbe finalmente iniziare la sua scalata verso la conquista del settore.

Abbiamo già parlato delle rail a tensione differente e dei principali sistemi di conversione della corrente da AC a DC. L'argomento di oggi invece è lo standard ATX12VO, letteralmente ATX 12 Volt Only, che potrebbe avviare una piccola grande rivoluzione nel mondo dei PC.

Si tratta di un nuovo sistema che consentirà agli alimentatori di fornire esclusivamente i 12V al sistema, delegando poi alla scheda madre il compito di convertirla e suddividerla in base alle periferiche da alimentare a 12V o 5V.

Questo nuovo sistema sembra essere talmente efficiente da riuscire a dimezzare i consumi del PC in idle, sfruttando due nuovi connettori per interfacciarsi con la scheda madre, un connettore a 10 pin propedeutico e un canale ausiliario invece del tradizionale ATX a 24 pin.

Ebbene, a ulteriore conferma del forte interesse di Intel in questa nuova tecnologia arrivano le dichiarazioni fornite ai colleghi di VideoCardz da fonti anonime interne al settore.

Secondo quanto appreso dalla fonte, Intel sarebbe fortemente motivata a far approdare lo standard ATX12VO sul mercato già con Alder Lake-S. A opporsi alla volontà di Intel sembrerebbero esserci alcuni dei maggiori produttori di schede madri. Benché le motivazioni ufficiali non siano ancora note, il quadro che andrà a delinearsi sarà quello di una frammentazione del mercato, fra proposte tradizionali che presumibilmente andranno a occupare saldamente la fascia medio-alta e il segmento enthusiast, mentre il nuovo standard potrebbe iniziare a occupare le caselle che rappresentano i sistemi fortemente orientati verso l'efficienza energetica.

In ogni caso, come suggerito da WCCFTech, le motivazioni reali della resistenza manifestata dai produttori di schede madri e di alimentatori sarebbero da ricercare nelle difficoltà di progettazione e implementazione, oltre alla necessità di aggiungere ulteriori step nella catena di produzione di suddette componenti, dilatando i tempi di validazione di 4-5 mesi. Questo significa che le prime schede madri e i primi alimentatori pronti a implementare il nuovo standard potrebbero non essere disponibili per la produzione di massa prima di settembre.

FONTE: VIDEOCARDZ
Quanto è interessante?
1