Intel, altri ritardi per le CPU Meteor Lake: la produzione della GPU a 3 nm slitta al 2023

Intel, altri ritardi per le CPU Meteor Lake: la produzione della GPU a 3 nm slitta al 2023
INFORMAZIONI SCHEDA
di

I rumor sui ritardi delle CPU Intel Meteor Lake si susseguono ormai da settimane, ma oggi un nuovo report sembra averli confermati tutti. A quanto pare, infatti, negli ultimi giorni Intel avrebbe posticipato la produzione di massa delle CPU Meteor Lake presso TSMC, con possibili ricadute su tutta la produzione globale di chip.

Un ritardo dei nuovi processori Intel sarebbe problematico per l'intero settore perché le CPU Meteor Lake saranno prodotte con tecnologie a 3 nm, ossia con i nodi N3 ed N3E di TSMC, e saranno tra le prime componenti al mondo ad utilizzare tali processi produttivi. Un posticipo di queste ultime, in altre parole, avrebbe già convinto anche la stessa TSMC a rallentare i lavori per l'espansione della produzione di chip a 3 nm almeno finché Intel non avrà definito una data di uscita più chiara per le sue nuove CPU.

A riportare la notizia è un'analisi di TrendForce Research, che ha spiegato che Apple e Intel sarebbero state le prime clienti a richiedere i chip a 3 nm del produttore taiwanese. In particolare, mentre Apple vorrebbe utilizzare tali chip sui Macbook e sugli iPhone dal 2023 in poi, Intel aveva richiesto l'inizio della produzione di massa a TSMC per la seconda metà del 2022, in modo da costituire la GPU Tile dei processori Meteor Lake.

A quanto pare, però, la release delle CPU Meteor Lake sarebbe stata spostata da inizio 2023 a fine 2023, imponendo anche un rallentamento della messa a produzione di massa dei nodi N3 della stessa TSMC. In altre parole, dal momento che entrambi i "pionieri" del nodo N3 non utilizzeranno chip a 3 nm prima della fine del 2023, la loro adozione presso il resto dell'industria potrebbe allontanarsi di almeno sei mesi rispetto a quanto originariamente previsto.

C'è comunque la possibilità che, in questo lasso di tempo, Intel decida di passare al nodo N3E in modo diretto, bypassando dunque il nodo N3 e recuperando qualche prezioso mese di sviluppo rispetto ai competitor. Nelle scorse ore, il CEO di Intel Pat Gelsinger ha rassicurato gli investitori sul fatto che le CPU Meteor Lake "diano buoni segnali sia nei nostri laboratori che in quelli dei nostri clienti".

Quanto è interessante?
1